“Evviva la scuola materna!”: 10+1 buoni motivi e strategie per convincere i vostri bambini che la scuola materna è un posto fantastico. Parola di Marianne Dubuc.

"Questa mattina, Billo ha preparato lo zainetto, ci ha infilato la merenda e ha indossato le scarpe nuove." Dove vorrà andare? Seguiamolo!

0
108

Cari amici di Libricino, vi presentiamo “Evviva la scuola materna!” edita da La Margherita, scritta ed illustrata da Marianne Dubuc. Sicuramente tutti voi, o quasi, vi sarete trovati alle prese con i capricci, le insicurezze o le paure dei vostri bambini a pochi giorni dall’inizio della scuola materna: è un classico. Ma vediamo insieme qualche modo per ovviare al problema…

In questo albo il protagonista è Billo, un vispo gnometto che, un bel giorno, decide di partire per esplorare tutte le scuole materne del suo villaggio, alla scoperta delle varie attività previste per i suoi amichetti animali.Così, di buon mattino, saluta la sua mamma Momo ed esce di casa.

Nel corso della giornata visiterà tante scuole diverse: quella dei topolini, delle rane, degli orsetti ecc… In ognuna di queste scuole si svolgono delle attività specifiche, ad esempio la preparazione del miele, la lettura, la ginnastica. Gli animali sembrano divertirsi tanto! Billo ha voglia di provarle tutte, tranne, forse, le attività della scuola dei bradipi. Immaginate il motivo!?

A fine giornata, molto stanco ma soddisfatto, Billo torna a casa e racconta dettagliatamente alla mamma tutte le cose belle che aveva visto: non vede l’ora che arrivi l’anno prossimo per poter frequentare la scuola materna!Anche voi, genitori, nonni, baby sitter, potete leggere questo libro in compagnia dei vostri bambini, e immaginare insieme a loro come sarà la loro scuola materna, stimolando la fantasia e l’entusiasmo per questa nuova esperienza. Le illustrazioni minuziose e piene di dettagli di Dubuc sono sempre molto apprezzate, i piccoli lettori ad ogni nuova lettura sono pronti a trovare nuovi personaggi e piccoli particolari persi in precedenza.

Marianne Dubuc è nata in Quebec, Canada, nel 1980, è autrice e illustratrice di libri per bambini e ragazzi. Ha conseguito gli studi a Montreal, e il suo secondo libro “Devant ma maison”, è stato tradotto in ben 15 libri, è stato nominato miglior libro per bambini e ragazzi dal Canadian Children’s Book Centre, nonché di notevole interesse per i bambini e ragazzi con disabilità. In Italia, numerosi racconti sono stati pubblicati da Orecchio Acerbo e La Margherita. Ha condotto numerosi workshop nelle librerie di Montreal nell’ambito del progetto “Blue Metropolis Festival”.

Attualmente vive in Quebec, possiede ben 22 gatti e un canarino.

Maria Casiello