“Il libro dei perché – Rifiuti e riciclo”: raccolta, smaltimento, riciclo; imparare divertendosi non è mai stato così semplice. Tante domande e risposte da scoprire alzando le linguette.

“Dove vanno i rifiuti da riciclare? Cosa significa monouso o biodegradabile? Come funziona un inceneritore?”

0
502

Usborne presenta una vasta offerta di “Il libro sul perché” con la possibilità di sollevare e scoprire sotto le linguette, le risposte tanto attese, quelle che alcune volte anche noi genitori siamo in difficoltà e diamo risposte brevi e poco soddisfacenti. Libricino ha scelto precisamente quest’albo, da qualche anno ha preso a cuore, ancor di più, la questione ecologica. Sappiamo con certezza che i nostri piccoli lettori, che leggono questa tipologia di libri sono probabilmente l’ultima possibilità per la sopravvivenza del pianeta. Educarli in questa direzione è il primo passo. Stop al consumismo, avanti con scelte sostenibili.

Sette argomenti in sette ampi scenari, oltre 60 linguette da alzare per conoscere le preziose scoperte: la raccolta, lo smaltimento, cosa riciclare, il funzionamento del riciclo, creare meno rifiuti, curiosità.

Cosa si faceva nel passato? Dove vanno a finire i rifiuti da riciclare? Come vengono separati? Quanto ci mettono questi oggetti a decomporsi (lattina, barattolo, sacchetto di carta, pannolino, buccia di banana, scorza di arancia)? Innumerevoli domande sono da spunto per una bella conversazione, mentre si legge, è piacevole fermarsi e interrogare sull’idea che hanno i bambini, possiamo confermare la loro giusta osservazione oppure correggere e approfondire.

Le illustrazioni molto colorate e precise, rendono l’idea chiara del danno che si crea nell’ambiente, sversando rifiuti in mare, o gettando per terra sacchetti e bottiglie. Belle l’idea sul poter riutilizzare oggetti che normalmente smaltiamo, acquistare il giusto, non sprecare il cibo e le risorse.

Una piccola tabella alla fine del libro, con 6 oggetti illustrati di vario tipo chiede al lettore cosa farebbe, un modo per rendere concreto l’esperienza di lettura, un modo per lasciare concetti applicabili realmente, da subito.

Pietro Rondinone