“Un bello spavento”: non tutti i mali vengono per nuocere. Una storia in stile Minibombo, divertente e leggera, con un simpaticissimo protagonista da seguire fino all’ultima pagina.

Un lombrico gironzola tranquillo in giardino quando… hip!, di colpo rimbalza via, trovandosi suo malgrado coinvolto in un viaggio inarrestabile. Ma che cosa starà succedendo davvero? Ci sarà qualcuno in grado di fermarlo?

0
508

Ormai non possiamo non presentare le novità Minibombo, come in questo caso, un bel titolo nato dalla fantasia di Elena Galloni (Chi c’è sotto il cappello?) dal titolo “Un bello spavento”.Il libro narra la vicenda di un simpatico lombrico che gironzola tranquillamente in un giardino quando ad un tratto vede una bella foglia, così invitante da non poter fare a meno di assaggiarla…ma qualcosa va storto…proprio il boccone (troppa aria aspirata?!)… e al povero lombrico gli viene un antipatico singhiozzo che lo fa rimbalzare nei posti più assurdi, ma nulla gli fa passare il singhiozzo finché…

Minibombo ormai è una garanzia per la letteratura della prima infanzia, le scelte narrative, il tratto semplice e lineare dei disegni, i colori vivaci e la scelta dei personaggi risultano essere il tratto distintivo della casa editrice che continua con successo a dedicarsi ai lettori più piccolini e ai grandi che leggono con loro. Minibombo cerca idee semplici ma efficaci e le racconta con un linguaggio immediato.Usa forme essenziali e facili da riprodurre e spesso le realizza con strumenti che si trovano anche nell’astuccio di un bambino. Minibombo vuole divertirsi e divertire, ed è proprio questo che sta alla base delle vincenti scelte della redazione emiliana.

Anche quest’ultima fatica letteraria non vi deluderà, i più piccoli l’adoreranno e anche questo, come tutti gli altri titoli in commercio diventerà un libro da leggere e rileggere con varie intonazioni e modalità, ogni volta vi sembrerà di prendere in mano un libro diverso perché leggere con i bambini richiede energia, inventiva e collaborazione.Consigliato soprattutto nella fase prescolare per aiutare i più piccoli a rafforzare le proprie capacità attentive. Sarà divertente seguire il lombrico con lo sguardo e riprodurre insieme il suono “HIP!”, Elena Galloni mescola alla perfezione, immagini semplici dallo sfondo monocolore, neutro per catturare alla perfezione i protagonisti, insieme ad una storia lineare e divertente dal finale inaspettato.

Abbiamo apprezzato molto, le parole chiave (montagna, mare, deserto, naso, orecchio) che aldilà della storia rendono istruttiva ed educativa una calma rilettura.

Elena Galloni è nata a Parma nel 1978. Da piccola voleva fare la paleontologa per studiare i trilobiti. Da grande ha una laurea in matematica e disegna. Vive a Milano, ama i libri di Kurt Vonnegut, i robot di latta e le patatine fritte.

Bruna Di Lecce