“È dura essere un mostro”: Claudio Gobbetti e Michele Rizzardi portano la piccola Giulia in una scuola di mostri, ma non è così facile essere un mostro.

La piccola Giulia vuole a tutti i costi essere un mostriciattolo. Peccato, però, che fingersi qualcun altro non è sempre una bella idea. Un libro pieno di fantasia dedicato alla meraviglia di essere se stessi.

0
268

Fingere di essere qualcun altro o voler a tutti i costi emulare una persona a cui vogliamo assomigliare; quante volte ci è capitato, quante volte abbiamo provato, spendendo enormi energie e poi ripensare in maniera amareggiata: “A che cosa è servito tutto ciò?” Probabilmente essere se stessi e migliorare le proprie qualità, cercando di accettare i propri difetti è la strada giusta da percorrere.Giulia è una bimba davvero creativa e fuori dal comune, vuole a tutti i costi stare in casa e perfino dormire con il suo costume da mostro. Non vuole toglierlo assolutamente. (Una scena che noi genitori abbiamo visto e rivisto più volte). Nella notte, però accade qualcosa di strano e di magico, un rumore sinistro e dei forti bagliori svegliano Giulia. Da lì a poco, Giulia si troverà a vivere un’avventura incredibile, che la porterà a fare un importante considerazione.

Come in “Verdure arrabbiate”, la trama scritta da Claudio Gobbetti, prende vita tra sogno e realtà. Il trampolino, in entrambi i libri, è un bambino forte delle sue idee. Parte della sua coscienza, lo porta a “viaggiare” per riflettere, in avventure fantastiche che lo porteranno al cambiamento.

Giulia e il suo costumino da mostro ben presto si ritroveranno a vivere in una scuola abitata da mostri, vampiri, streghe e folletti. Lezioni di ululati e urla mostruose, lezione di intrugli e filtri d’amore, lezione su rumori agghiaccianti, lezioni di erbologia mostrifera, elettromeccanica, di volo, di calligrafia, di nuoto. Giulia non ne poteva più, tutti questi strani insegnanti si erano rivelati una specie di tortura. Tornata a casa, buttò via il costume, e si addormentò. Il giorno dopo era pronta ad essere se stessa, una nuova avventura stava per iniziare.

Scenari mostruosi e personaggi incredibili nelle belle illustrazioni di Michele Rizzardi, disegnatore di fumetti e illustratore professionista con esperienza come animatore di cartoon, illustratore per il web e pittore.Un albo che ci sentiamo di consigliare a tutti quei piccoli lettori che devono superare piccole paure, Giulia nel libro affronta tante prove con coraggio anche se non riesce a superarle come vorrebbe, e poi la forte volontà di essere se stessi, Giulia riesce da sola a capire qual è la sua strada giusta.

Pietro Rondinone