“Ascolta”: una storia profonda di Cori Doerrfeld sul valore della presenza, nei momenti più bui, di un sostegno silenzioso. Un albo dal peso enorme. Edito da Il Castoro.

Cosa si può dire, come si può confortare chi ha subito una tale perdita? Restiamo tutti inermi di fronte al dolore. Vorremmo trovare una soluzione ma tutto sembra tremendamente inutile.

0
291

Degas scriveva: “Mi piacciono le persone che sanno essere al nostro fianco senza far rumore. Sempre presenti quando abbiamo bisogno. Sempre alla distanza giusta. Sempre vicini al cuore”.

Dalla saggia citazione di Degas mi piace prendere in prestito per raccontare questo meraviglioso albo, edito Il Castoro, “Ascolta”, l’idea dell’assenza del rumore, del silenzio. Perché? Ve lo spiego subito. L’autrice e illustratrice americana Cori Doerrfeld ha pensato a dar vita ad “Ascolta” quando due suoi cari amici hanno vissuto l’esperienza della perdita di un figlio. Nessuno, tra amici e parenti, sapeva cosa dire o fare. Cosa si può dire, come si può confortare chi ha subito una tale perdita? Restiamo tutti inermi di fronte al dolore. Vorremmo trovare una soluzione ma tutto sembra tremendamente inutile. A volte ci sentiamo rifiutati da chi cerchiamo di aiutare prendendola egoisticamente sul personale. Il tema che l’autrice ci presenta in maniera così semplice e apparentemente leggera sarà costato a lei, di certo, molti momenti di riflessione e meditazione perché ha diretto come una regista da Oscar un film profondo “giocando” con i sentimenti suoi e dei lettori (piccoli ma grandi soprattutto).

Il protagonista, il piccolo Timmy, è alle prese con un suo grande progetto con le costruzioni quando all’improvviso…puf! crolla e non c’è più.  Ognuno, a suo modo, prova a consolarlo: il gallo, l’orso, l’elefante, la iena, lo struzzo, il canguro e il serpente. Nessuno ottiene il risultato sperato. Tutti pensavano di avere (a modo loro) il consiglio è la soluzione giusti per Timmy.

Timmy è triste e chiunque abbia fatto un tentativo per farlo risollevare, ha fallito miseramente. Perché, ci fa intendere l’autrice, non era nè il modo nè il momento giusto. Star vicino a chi soffre è difficile proprio per questo, perché non si sa interpretare correttamente il sentimento e l’animo di chi si ha di fronte. Si rischia di far emergere più se stessi con consigli che possono essere adatti per chi parla e non per chi ascolta. E torno al silenzio iniziale. Chi riuscirà a consolare Timmy? Non ha voluto parlare, piangere, gridare, dimenticare, nascondersi o prendersela con gli altri. Timmy ha sempre rifiutato ogni tipo di aiuto. Ha preferito rimanere solo e in silenzio, quasi che la compagnia rappresentasse un fastidio. Nessuno che lo capisse realmente. Poi si accorge, nel silenzio del suo dolore, di non essere solo. Il coniglio era lì a sostenerlo. “Per tutto il tempo, il coniglio resta lì con lui”. Bella l’illustrazione essenziale che accompagna questa frase: Timmy in piedi, triste, con un pezzo delle sue costruzioni in mano, ancora in mente il suo progetto tremendamente crollato, e, alle sue spalle, come sostegno indispensabile per il suo equilibrio, il coniglio. Timmy non è solo, ora sa che il coniglio, assicurandogli la sua presenza discreta e silenziosa, sarebbe sempre stato al suo fianco, pronto ad ascoltarlo. Timmy ora è pronto a ripartire.Non ci sono molte altre parole per commentare questo albo, che è già stato tradotto in 18 lingue e che ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi se non augurare ai piccolo lettori (e anche ai grandi!) di ascoltare e fare tesoro per la loro crescita.

Albo rivolto ai lettori a partire dai 3 anni in su.

Dedicata alla nostra stella Mia e alla sua indistruttibile mamma.

Nunzia Moretti

  • Titolo: Ascolta. Ediz. a colori
  • Autore: Cori Doerrfeld
  • Copertina rigida: 40 pagine
  • ISBN-10: 8869666654
  • ISBN-13: 978-8869666650
  • Editore: Il Castoro (10 settembre 2020)
  • Lingua: Italiano