“Innamorati”: Hélène Delforge e Quentin Gréban raccontano trentadue ritratti di innamorati, un caleidoscopio di storie, una moltitudine di desideri, un tripudio di emozioni.

La bellezza del primo incontro, la seduzione e la tenerezza, i conflitti e le riconciliazioni. La passione di un momento o un legame che dura per sempre.

0
1224

Arriva San Valentino e Terre di mezzo ci propone un albo illustrato dai 99 anni in giù. Un albo splendido dove tutte le forme di innamoramento sono rilegate insieme,sullo stesso piano, senza che nessuno prenda il sopravvento su un altro.

I testi carichi di amore e di una poesia speciale sono di Hélène Delforge. Ogni pagina avvolge di poesia e dolcezza ogni visione dell’amore, quella tra amanti, tra sconosciuti, tra marito e moglie, tra padre e figlia e tra tanti personaggi che si susseguono lungo le pagine ripercorrendo anche le culture di vari popoli come i cinesi, i giapponesi o gli inuit. Si fondono e confondono varie voci di innamorati; uomini e donne che raccontano la sensualità, la gioia, la paura, la tenerezza o la perdita di un amore. Probabilmente quelle che ci ha colpito di più sono state quelle che incrociano l’arte, in particolare la fotografia, quella di Alfred Eisenstaedt, il marinaio americano che bacia una giovane donna, il 15 agosto 1945, a Times Square oppure quella surrealista di Man Ray, dove Kiki di Montparnasse, la modella musa e amante del fotografo, viene resa immortale dalla foto di schiena a mo’ di contrabbasso.  

“Questo non è un vestito.

È un pacchetto regalo.

Sciogli il nodo e scopri la tua sorpresa.”

C’è l’emozione di conoscersi e il dolore di lasciarsi, la passione e la tenerezza, la seduzione e la noia, i conflitti e le riconciliazioni. Queste poesie illustrano il grandissimo sentimento ad ogni fascia di età. Magistralmente illustrate da Quentin Gréban con tratti decisi ma dolcissimi, ci riportano indietro nel tempo, ci trasportano insieme al testo nei luoghi descritti, dentro una fotografia o ci mostrano un fiocco malandrino da sciogliere. Insomma non una raccolta di poesie, non un testo sdolcinato sull’amore ma un libro che ci porta all’interno di tutte le forme di amore, in cui ognuno di noi troverà quella giusta, la forma d’amore che più lo rappresenta.

Per il giorno degli innamorati, e non solo, non c’è libro migliore da condividere con chi si ama o da condividere con la propria anima. Perché in fondo la prima forma di amore è amare se stessi, sempre.

“Ricordati che la persona che dovrai amare per sempre sei tu.

Ricordati che se non ami te stessa, non amerai nessun altro.

Ricordati che sei stata amata, da quando sei al mondo.

Ricordati del tuo papà.”