“Chi aiuta Babbo Natale?” “Caro Babbo Natale…”: bussare alla porta, presentarsi, scrivere una lettera speciale e partire per una divertente esperienza. Chi potrà vantarsi di aver aiutato Babbo Natale?

Che bel calduccio, è il momento di chiamare le renne… STRILLA FORTE

0
479

Raccogliere i regali, preparare le renne, accendere il fuoco e perfino vestire Babbo Natale, dopo aver cercato in tutti i modi di svegliarlo dal suo sonno profondo. Olimpia Ruiz di Altamirano si veste di natalizio, “Chi aiuta Babbo Natale?” come nei suoi altri libri, invita il lettore ad animare la trama; in questo, in modo particolare, i lettori si sentono partecipi di una vera e propria missione.

Preparare le renne, dare una bella ripulita alla slitta leggermente sporca, raccogliere i regali dalle forme insolite e poi l’impresa più ardua svegliare Babbo Natale. L’anziano vecchietto dalla barba bianca ha veramente il sonno pesante, probabilmente il suo pigiamone giallo con le renne sarà davvero comodo e confortevole.

L’ultimo step è inventare una parola magica è dirla forte, solo così potranno accendersi le stelle, e Babbo Natale potrà prendere il volo.

Siete stanchi della classica letterina a Babbo Natale, scritta di pugno dalla calligrafia non sempre leggibile?

“Caro Babbo Natale…” offre la possibilità, tramite un libro da completare, di consegnare al nonnino dalla slitta volante una letterina di natale 2.0

Una simpatica anagrafica iniziale con sezioni da scrivere e da colorare e disegnare, svariate e fondamentali pagine sull’excursus dell’anno passato facendo autocritica sugli sbagli e sulle buone azioni fatte e poi una buona fetta di buoni propositi. Dopo tutto ciò le richieste dei regali per il piccolo lettore e per i suoi amichetti.

Un piacevole albo da completare per far conoscere ai genitori, i desideri che potrebbero essere realizzati, e per lasciarsi emozionare dalla loro risposta a crocette sui buoni propositi.