“Dory fantasmagorica”: esilarante, immaginaria, spontanea, unica; praticamente non potrete farne a meno. Tutto il talento di Abby Hanlon in quattro libri su una bambina adorata dai lettori.

“Hai la testa fra le nuvole quando i pensieri corrono lontani e ti ritrovi nel tuo mondo, sognando a occhi aperti dentro a una fantasia”.

0
196

“Leggere Dory è stato come un colpo di fulmine”, questo è quello che ci ha raccontato una piccola lettrice. Non possiamo che confermare questa affermazione, piuttosto decisa e convinta. Potrete leggere il primo volume, oppure cominciare dall’ultimo, o dal secondo. Birba vi conquisterà tutti. I suoi amici immaginari oppure quelli reali, o le sue avventure strampalate, vi cattureranno nella lettura, tra risate e lieti finali.

Sarà che non è da tutti, rispondere o telefonare da una banana (Signor Bocconcino), oppure avere un peluche (Mary) che ti consiglia e vive con te, le storie bizzarre, e non è da tutti entrare nei libri e cercare di “mettere a posto” personaggi fuorisciti (pecora nera).Dory conquista i piccoli lettori in maniera unica, i personaggi da contrastare, la signora Arraffagracchi o i dispetti dei suoi fratelli Luca e Viola, e le scoperte dei nuovi amici o le mirabolanti avventure giornaliere, che vanno dal problematico cappottino super imbottito, alle vicende scolastiche.

Viola e Luca non vogliono mai giocare con me, dicono che sono una bambina piccola.

“Mamma! Birba ci dà fastidio!”

“Che cosa sta facendo?” chiede la mamma.

È tutta l’estate che, ogni volta che cerco di giocare con i miei fratelli, loro dicono “PER FAVORE LASCIACI IN PACE!”

Da un’intervista di Cybils del 2016

Com’è nata Dory?

“Quando ho concepito Dory per la prima volta, sapevo che volevo creare un personaggio selvaggiamente fantasioso che non potevo immaginare come sarebbe stato funzionale a scuola. Questo perché all’epoca stavo pensando a come mai, i miei gemelli di cinque anni avrebbero gestito la scuola. Quindi volevo presentare Dory prima a casa e poi a scuola, così i lettori potevano vedere la transizione. Mi sono resa conto con l’aiuto del mio agente, il primo libro avrebbe avuto luogo a casa e il secondo a scuola. Quindi, sapevo fin dall’inizio che Dory Fantasmagorica doveva avere un sequel.”

Dory è così creativa e ha un’immaginazione fantastica. Dove prendi tutte le tue idee per le sue avventure?

Ricevo le mie idee dai miei gemelli, che ora hanno 9 anni. Sono così divertenti e creativi e ricordano che le nuove idee sono infinite. Sono un’ispirazione costante. Quindi, quando inizio una storia, inizio con loro. Colleziono cose divertenti che hanno fatto o detto e poi cercano di tessere tutte quelle piccole discussioni in una storia. I miei figli sono una parte importante del mio processo di scrittura. Li leggo le bozze e facciamo le modifiche insieme. A questo punto Dory si sente come un altro membro della nostra famiglia, è la nostra creazione congiunta – una combinazione di tutti noi. Lei è diventata, uno spazio etereo e meraviglioso per memorizzare, ricordare, è soprattutto, condividere le cose che ci fanno ridere come famiglia.È difficile scrivere per questa fascia d’età e non diventare semplicistici o stucchevoli. In che modo ha trovato l’equilibrio del personaggio mantenendolo abbastanza semplice per questa fascia d’età?

È qualcosa che sento molto, per cui questa è una fascia di età, difficile per cui scrivere. Ma per me qualsiasi altra età sarebbe difficile / impossibile da scrivere. Io non so come o perché questo è il gruppo di età in cui posso dare libera ispirazione. Ho la netta sensazione da quando i miei gemelli hanno compiuto sette anni, “Oh no! Mi stanno superando!” una parte di me ha la sensazione di avere sei anni e rimarrà per sempre così.

Hai fatto anche le illustrazioni in questo libro. Sei più a casa a scrivere o illustrare? O è una combinazione dei due?

Sono più a mio agio come scrittrice. Per tutta la vita, ho voluto essere uno scrittrice. Ma prima ero un insegnante di prima elementare. Come insegnante, ho iniziato ad avere idee per i libri per bambini e mi sono ritrovata a pensare visivamente per la prima volta. Quindi avevo 28 anni quando ho iniziato a insegnarmi a disegnare. Non ho disegnato nulla fin dall’infanzia, quindi ho letteralmente iniziato con figure stilizzate. Penso ancora che del mio disegno come un’estensione della mia scrittura e la sua difficile per me disegnare quando non è collegato a una storia.

Dory fantasmagorica. Ediz. illustrata

Essendo la più giovane della sua famiglia, Dory vuole davvero attenzione e, più di ogni altra cosa, vuole che suo fratello e sua sorella giochino con lei. Ma è troppo piccola per loro, quindi è lasciata a se stessa, compresa la sua immaginazione selvaggia e la sua energia instancabile. I suoi fratelli potrebbero alzare gli occhi ai suoi giochi infantili, ma Dory ha molte cose da fare: superare in astuzia i mostri in tutta la casa, fuggire dalla prigione e esigere vendetta sulla bambola preferita di sua sorella. E quando avranno davvero bisogno di lei, l’audace Dory dimostrerà il suo coraggio e alla fine otterrà esattamente quello che stava cercando.

Con un sacco di immagini piene di fascino e carattere, questo esilarante libro su una irresistibile eroina dei bambini.

Dory fantasmagorica trova un’amica (per davvero). Ediz. illustrata

La stella di Dory Fantasmagorica sta andando a scuola. I suoi fratelli maggiori, Luca e Viola, la avvertono di lasciare la sua amica immaginaria, Mary, a casa – o meglio ancora, lasciare tutta la sua immaginazione a casa! Dory è determinata a comportarsi come una “vecchia ragazza normale che non si mette mai nei guai”, ma il suo primo giorno incontra una nuova amica, una ragazza la cui immaginazione e stile sono selvaggi quanto la sua. Ora deve solo convincere i suoi fratelli che non sta inventando tutto!

Pieno di molte immagini divertenti, questo libro esplode di fascino e impudenza, rendendolo una lettura obbligata per il set di capitoli.

Una pecora nera a scuola. Dory fantasmagorica

Da quando Dory ha incontrato Rosabella, una “vera vera” amica la cui immaginazione e buon umore si abbinano alla sua, la scuola è diventata una faccenda piacevole. Ma ora la classe sta imparando a leggere e sta dimostrando di essere una sfida per Dory. Mentre Rosabella riesce a leggere dei capitoli nella sua testa, Dory è bloccata con libri per bambini su una piccola fattoria felice. Dory desidera che una pozione la trasformi in un lettore, ma le cose non vanno come previsto. Improvvisamente, una ragazzina cattiva che assomiglia moltissimo alla nemesi immaginaria di Dory, la signora Arraffagracchi, si presenta. E una pecora nera lascia le pagine del libro della fattoria per seguire Dory a scuola. Ha davvero bisogno del suo aiuto: sembra un lavoro per un supereroe! E sarebbe di aiuto se sapesse leggere.

Nel suo terzo libro, Dory porta riluttanti letture a nuovi livelli con una storia unica nel suo genere e divertente come lei.

Dory fantasmagorica con la testa fra le nuvole

Un dente perso porta a esilaranti dirottamenti con la fatina dei denti nel libro quattro della serie meravigliosamente fantasiosa di Dory Fantasmagorica.

Dory ha il suo primo dente da latte perso e, con la sua solita eccitazione esagerata, non riesce a smettere di parlare della fatina dei denti. Naturalmente, questo fa impazzire suo fratello e sua sorella. Ma provoca anche una seria gelosia nella sua nemesi, la signora Arraffagracchi, che vuole tutta l’attenzione di Dory su se stessa.

Ma la signora Arraffagracchi ha deciso di rubare il lavoro della fatina dei denti e, volando in un tutu da Rosabella, si dirige a casa di Dory. È tempo per Dory di elaborare un piano serio per riprendere il lavoro del fatato dei denti.

La quarta puntata della popolarissima serie di Dory Fantasmagorica offre risate su ogni pagina mentre Dory si unisce ai suoi amici, reali e immaginari, per salvare la fatina dei denti per tutti i bambini del mondo – e ottenere il suo euro!

Abby Hanlon riesce perfettamente a parlare ai bambini tramite il suo personaggio vincente, la loro fantasia è il dono, per vivere le giornate piene di avventure e di risate, i piccoli lettori sono incollati ad ascoltare o a leggerlo in autonomia, seguono le illustrazioni, vogliono tutti i capitoli e vogliono che vengano riletti più volte. Per i genitori è confortante, sapere che i bambini sono tutti così, con personaggi immaginari che girovagano per la casa, e che bisogna assecondare o convivere, con il carattere differente dei nostri figli, che non possiamo modificare, nascondere o sovrastare.

Mary ha sempre voglia

di giocare con me, e pensa

che io sia la migliore.

Di notte dorme

sotto il mio letto.

Mary mi segue tutto il giorno e vuole fare

ogni cosa che faccio io.

Alcuni cenni sull’autrice Abby Hanlon.

Autrice e illustratrice, ha frequentato il Barnard College e ha preso un master al City College of New York in scienze dell’educazione, per poi diventare insegnante delle scuole elementari e mamma di due gemelli.

La sua serie dedicata a “Dory Fantasmagorica” è un successo internazionale tradotto in 22 lingue.

Abby Hanlon ha iniziato a scrivere e disegnare ispirata dalle storie e dai giochi fantasiosi dei suoi bambini, intenti a costruire fortini, preparare zuppe avvelenate e tirare freccette sonnifere contro i nemici, proprio come Dory.

Terre di mezzo Editore ha pubblicato “Dory Fantasmagorica”, “Dory Fantasmagorica trova un’amica (per davvero)”, “Dory Fantasmagorica. Una pecora nera a scuola”, “Dory Fantasmagorica. Con la testa fra le nuvole”.

Il primo volume della serie è stato nominato miglior libro dell’anno da Kirkus, Publishers Weekly e Parent’s Magazine, mentre il secondo il Cybil award del 2015.

Vive a Brooklyn con il marito, i due figli gemelli e il cane Caroline.