“Il più folle e divertente libro illustrato del mondo di Otto”: basterebbe solo il titolo per invogliare ogni lettore ad aprirlo per caderci dentro e uscire solo prima di rinchiuderlo.

Tom Schamp ci mette tutto se stesso, senza porsi limiti, ogni pagina è un labirinto per gli occhi, minimi dettagli, personaggi, bandiere, cibo, oggetti vari, Otto, piante e mille altre cose.

0
371

Da leggere in verticale, orizzontale, in maniera casuale. Ogni pagina cattura quel tempo buono, a cercare personaggi divertenti, presentati inizialmente. Oppure la famiglia di Otto e rimanere con il dubbio che quello visto è proprio il papà di Otto o un altro personaggio.

La casa, il cibo, la spesa, la primavera, il giardino, gli uccelli… l’autore fa l’opposto di un libro classico per questo target, sfondo monocolore chiaro, poche figure e nome comune del raffigurato.

Celebra la bellezza della diversità della varietà. Non basta più dire cappello o berretto. Qui abbiamo di osservare e di conoscere, colbacchi, sombreri, bacchi, chepì. Ma anche non più semplici “uccelli”, vogliamo osservare e conoscere i colombi, le taccole, il pettirosso, i merli, le cinciallegre, i gufi, i picchi e le cornacchie. Con la voglia di conoscere ancora e ancora.Raffigura tutto. Tutto. Per i lettori è come guardare un dipinto, scorgere in ogni nuova lettura un particolare diverso, perso la volta precedente.

«Per tutti coloro che non riescono a trovare il manuale di istruzioni di questo folle, folle mondo», scrive l’autore in apertura.

Un albo enorme dato i piccoli dettagli da rendere visibili, un cocktail di stimoli diversi, di collegamenti concettuali, di informazioni, di parole, di microstorie, di lettering, visti i tantissimi caratteri sparsi per il volume.Protagonista del libro, viaggiando da una pagina all’altra, da uno scenario all’altro e da un periodo dell’anno a quello successivo, è il gatto Otto, già al centro di altre opere di Schamp (in Italia sono usciti anche Otto va in città e Otto sulle neve, entrambi per i tipi di Timpetill), prolifico e pluripremiato autore e illustratore di albi.

Ma come non amare Raffa Giraffa, il professor Fox, Hu? Go! e i 3 amigos e gli altri personaggi da cercare e scovare nelle affollate pagine. E poi la splendida attenzione per la musica, l’opera e le belle arti e le bandiere che creano nel piccolo lettore un senso di appartenenza e di convivenza pacifica con gli altri.

Il mondo è piccolo.

Il mondo è grande.

L’universo è immenso.

Vincitore del premio Andersen 2019 come miglior albo 0-6.