“Bologna Children’s Book Fair 2019”: la mia prima volta, il racconto emozionante della fiera: incontri, esplorazioni con il mondo incredibile dell’editoria per l’infanzia. Scritto da Bruna Di Lecce.

Un’esperienza unica che scava nel passato dell’infanzia e fa rivivere gioie del proprio vissuto, intrecciandole con una passione viva che esplode in una fiera da provare assolutamente.

0
93

Sono spesso andata a delle fiere per via del lavoro di mio padre. Sin da bambina lo seguivo con occhi colmi di curiosità mentre si aggirava tra i vari stand, ognuno dei quali allestito con il chiaro obiettivo di mostrare l’azienda che ospitava al meglio delle proprie possibilità. Splendevano gli oggetti esposti, brillavano come in nessuna vetrina avrebbero mai potuto brillare e io guardavo con ammirazione le ragazze che, nei loro abiti eleganti e sui loro alti tacchi, accoglievano i commercianti che intendevano intraprendere trattative con le aziende che rappresentavano. Ho vissuto le fiere sempre con grande entusiasmo, anche quando sono cresciuta e, ormai ragazza, mi sono ritrovata, in un paio di occasioni, ad essere io quella elegante sui tacchi ad accogliere potenziali clienti, vivendo quei pochi giorni di esperienza come fossero i più importanti della mia vita.Poi tutto è cambiato, mio padre ha chiuso la sua attività dopo una vita dedicata ad un lavoro che amavamo entrambi ed io, con un dolore che ancora non posso dire di aver superato del tutto, ho messo via quei ricordi, serbandoli nel mio cuore in un angolo che non avevo più “visitato” fino a quando non ho potuto vivere l’esperienza di recarmi nuovamente ad una fiera commerciale.È da poco più di un anno che scrivo per la redazione di Libricino, una collaborazione che mi ha coinvolto con entusiasmo sin da subito, facendo nascere in me una vera e propria passione per i libri per bambini, che ho la fortuna di condividere sia con i miei due figli, che non rinunciano mai alla loro lettura serale, sia con i tanti bambini che incontro sul lavoro (insegno in una scuola dell’infanzia).Grazie a Libricino ho potuto rivivere quelle emozioni che ho vissuto tanti anni fa, sono tornata indietro nel tempo e ho sentito di nuovo quell’emozione forte e quella curiosità che mi faceva brillare gli occhi e ammirare quelle ragazze eleganti sui loro tacchi.

Mi sono riempita di nuovo di quell’entusiasmo che non mi ha faceva sentire nè la fame nè la stanchezza, mi sono ubriacata di quell’inconfondibile profumo di pagine appena stampate, di colori meravigliosi e copertine tanto belle quanto interessanti, se avessi potuto, infatti, mi sarei portata a casa un numero indecifrabile di albi…molti dei quali talmente splendidi che ancora mi balenano nella mente e rimugino sulla possibilità di comprarli per farli miei…Ho vissuto con ardente fervore ogni attimo di quei due giorni, assaporando ogni incontro appieno, sia con le addette alle case editrici con cui collaboriamo, sia con gli/le autori/trici che con gli/le illustratori/trici, ognuno dei quali ha condiviso con generosità e amicizia la propria arte con noi, ringraziandoci addirittura per quello che facciamo, rafforzando per questo, il nostro credere ancora così fermamente nel potere della lettura e nella consequenziale diffusione della cultura.

Un ringraziamento speciale lo devo tra gli altri, soprattutto alla grandissima Silvia Borando della casa editrice Minibombo che con grande disponibilità e simpatia ha accettato di impreziosire un suo testo con un simpaticissimo disegno dedicato al mio secondogenito.Ha pianto per due sere di seguito per non aver potuto leggere il suo libro preferito, ma ne è assolutamente valsa la pena, quell’albo adesso per noi non ha prezzo!!!

Senza dimenticare tutti gli altri incontri speciali: Gek Tessaro, Marianna Balducci, Marco Somà, Guia Risari, AnnaLaura Cantone, Claudio Gobbetti, Diyana Nikolova, Nicoletta Costa, Brian Freschi, Paolo Voto, Veronica Ruffato e tanti altri.

Non dimenticherò mai tutto questo, spero di poterlo ripetere l’anno prossimo, perché per quanto si possa conservare quelle sensazioni nel cuore non si può sempre vivere di soli ricordi!BCBF arrivederci a presto!