“Il giardiniere dei sogni”: è un inno dolcissimo alla bellezza della lettura. Ci vuole impegno per far crescere una storia, però quando arrivano i frutti, sono di tutti.

“Con le pagine leggermente consumate dal viaggio, i libri giunsero infine in città, stremati. Era ormai tempo di fermarsi.”

0
606

La storia del giardiniere dei sogni è la storia di tutte le storie, nata dalla penna di Claudio Gobbetti e dalle illustrazioni di Diyana Nikolova.Al giorno d’oggi purtroppo si tende a perdere l’interesse per i libri cartacei, le magnifiche sensazioni che un libro reale può trasmettere, i profumi e il tocco della carta, le emozioni di entrare in storie fantastiche ovunque ci si trovi…troppo spesso questo viene sostituito in malo modo dalla tecnologia che non riesce a sconvolgere le nostre vite e le nostre emozioni come può fare un libro in carta e copertina.

Così il nostro giardiniere dei sogni con tanta maestria e con la sua vecchia macchina da scrivere, inizia con c’era una volta…nel momento perfetto e in una parte di mondo perfetta, sotterra la pagina del suo libro e le coltiva con amore fino a quando non cresce un albero ricco di pagine…questo meraviglioso giardiniere le raccoglie con cura, le rilega e poi lascia liberi i suoi libri di volare lontano, di superare mari e terre per arrivare nelle mani di un bambino.

Non scopriremo mai cosa si narra in quelle pagine, ma sono storie che lasciano a bocca aperta e non danno il tempo di respirare. Con questo testo delicato e sorprendente, e con dei disegni bellissimi “Il giardiniere dei sogni” di Sassi junior diventa un libro consigliato a grandi e piccini per l’importante tema che tratta, i libri sono come uccelli, volano, si fermano, ripartono, sono di tutti nel tempo. Probabilmente questo albo, riesce a mandare un messaggio, oltre la trama, quello dell’importanza di un libro, dalla sua creazione alla sua distribuzione, e quando è lì per anni su uno scaffale, apparentemente finito, fermo e rigido, bastano delle mani per aprirlo e degli occhi per leggerlo e prende nuovamente vita.

Crediamo fortemente nella forza di un libro, che non potrà mai essere sostituita da nulla e diventa importante insegnare la bellezza fin dai piccoli bambini, anche nel grembo materno attraverso la narrazione da parte della mamma e del papà.

Magari questo potrebbe aiutare la nuova generazione a riflettere di più e a riprendersi in mano un futuro al momento incerto. Super consigliato.Un cenno, doveroso, sugli autori di questo libro.

Claudio Gobbetti è nato a Foligno, in Italia. Si laurea in Lettere e Filosofia all’università Carlo Bo di Urbino. Dopo la laurea si trasferisce a Milano per frequentare un master di scrittura creativa. Ha lavorato come responsabile creativo per le più importanti agenzie pubblicitarie d’Italia, vincendo molti premi nazionali e internazionali. Attualmente è autore e direttore creativo televisivo, e docente universitario nella Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Negli ultimi anni si è appassionato alla narrativa per ragazzi e ha cominciato a scrivere libri per bambini. Sta risparmiando per poter costruire una capanna di legno, identica a quella dove si rifugiava Roald Dahl per scrivere.

Diyana Nikolova è nata a Burgas, in Bulgaria, nel 1983. Si laurea in Illustrazione e Graphic Design all’Accademia Nazionale di Belle Arti a Sofia. Subito dopo si trasferisce a Milano per laurearsi in Design della Comunicazione alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ha lavorato come grafica e art director per alcune importanti agenzie pubblicitarie. Negli ultimi anni si è dedicata a tempo pieno all’illustrazione per bambini. Il suo sogno nel cassetto è conoscere l’artista illustratore Oliver Jeffers. Abbiamo avuto il piacere di conoscerli entrambi nell’ultima fiera a Bologna.