“Non è colpa mia”: Christian Voltz finalizza un libro unico che rappresenta con precisione il detto “Chi la fa, l’aspetti”.

Più nessun ragno? Ma come, e di chi è la colpa?

0
860

Attraverso una ricca galleria di personaggi scombussolati, Christian Voltz ci fa catapultare nel suo immaginario mondo di collages fatti di tessuti, fili, pezzetti di legno e di altri materiali riciclati.

“Su, su, bella mia! È ora! AAAAAH! Un enorme… ragno! Prendi questo! E questo! Bleah! Ti ho stesa, brutta bestiaccia!”Come possiamo definirlo butterfly effect? Prendersela con un innocuo ragnetto comporta un bel giro di spintoni, morsi, testate e quant’altro, già proprio così. Chi la fa, l’aspetti. Ecco tutto.

La nostra simpatica protagonista pronta a mungere la sua vacca, ma subisce un incidente inaspettato, però né la mucca, né l’asino, né il maiale, né il gatto, né il cane, né il pulcino, né tanto meno la zanzara si assumono la responsabilità dell’accaduto. E allora, di chi è la colpa del misfatto?

Una buffa storia dall’andamento circolare, ricca di rimandi interni e incline alla risata, si presenta un’ironica riflessione sul senso di colpa. Punti forti sono il tipo di illustrazione, molto gradita ai piccoli lettori, e il ripetersi della domanda con animali conosciuti, un mix perfetto che si presta a una lettura ripetuta.

Christian Voltz, diplomato all’Ecole Supérieure des Arts Décoratifs di Strasburgo. Lavora nell’ambito dell’editoria per ragazzi, della stampa e della cartellonistica. Nel 1997 ha pubblicato il suo primo libro per la casa editrice Rouergue. Succesivamente ha collaborato con Rue du Monde, Pastel, Didier Jeunesse e Seuil. Quattro dei suoi titoli sono stati inclusi nella Biblioteca ideale del Centre National de la Littérature pour la jeunesse, in Francia. E’ regista di cartoni animati per lo studio francese Zinzolin.In questo libro decide di giocare anche con il mezzo tipografico, dando ulteriore enfasi alla sonorità di alcune parole. Allo stesso modo, la distribuzione iterativa del testo mette in evidenza l’accumulo delle formule e tutte le ripetizioni proprie della cantilena. Molto apprezzato.