“Bastoncino” “Babbo Natale e le formiche” “Lo schiaccianoci” “Giochiamo a nascondino Piccola renna”: quattro libricini dal forte sapore natalizio, a suon di rime, con una bella dose di gioco e con segreti da svelare, vi faranno compagnia di sicuro.

Neve, capelli rossi, renne, regali, famiglia, albero, sogno, magia, gioco: e allora lo sentite il richiamo del Natale?

0
698

Bastoncino è un classico natalizio, che incontra e fonde: avventura, comicità, tristezza, pathos e amore. Julia Donaldson e Axel Scheffler, autrice e disegnatore del Gruffalò, a suon di rime e illustrazioni uniche e riconoscibili, sapranno raccontarvi anche questa bella storia. La libertà finisce, quando inizia quella di un altro. Frase fatta? No, perché il signor Bastoncino viveva tranquillo nel suo habitat, quando all’improvviso viene raccolto e la sua libertà finisce lì, costretto a passare da mille mani, per poi finire come legna da ardere. Un finale caloroso vi sorprenderà…. Edito da Emme Edizioni.

Babbo Natale e le formiche, è il mondo di Philippe Corentin, autore di meravigliosi titoli, tra cui questo che sorprende per l’originalità e le illustrazioni inconfondibili, nato a Parigi nel 36’ passa la sua infanzia a Quimper. Partecipa alla guerra in Algeria. Nel 1968 vengono pubblicati i suoi primi disegni. Collabora con le riviste «Elle», «Marie Claire», «Jardin des Modes», «Vogue». Dal disegno satirico all’illustrazione passando per la pubblicità, poi approda ai libri per bambini. Questo libro svela a ogni piccolo lettore, l’invisibilità o quasi del famoso nonno dalla barba bianca. Le difficoltà della continua civilizzazione e le mega metropoli hanno condizionato non poco il romantico rituale della consegna dei doni, ma come farà oggi giorno, cosa aspettate, vi tocca scoprirlo…

Lo schiaccianoci, come le altre “Fiabe cucù”, è il classico libro tascabile da portare ovunque, un connubio leggero tra lettura e gioco. Nello specifico, la storia dal forte sapore natalizio, si arricchisce per gli incantevoli intagli che creano un atmosfera unica e per le finestrelle che danno un pizzico di magia. Il viaggio della protagonista che parte ai piedi di un maestoso albero di Natale è solo l’incipit che la porterà nei vari regni per poi tornare improvvisamente nella sua grandezza originale. La rigidità delle pagine permette di ampliare il pubblico di lettori, lasciando curiosare i più piccoli e affascinare i più grandi.

Piccola renna – Giochiamo a nascondino è quello che sostituisce alla perfezione un gioco, un percorso visivo che porta nel finale all’obiettivo cercato. Intagli e combinazioni nelle illustrazioni, creano piccoli enigmi che vengono risolti con lo girare della pagina. Quanti personaggi dobbiamo incrociare, prima di trovare la piccola renna…..