“Il muro”: dividere, separare, allontanare, discriminare non è mai stato così sbagliato. La bellezza di essere eterogenei; il progresso è il fondersi, in migliaia di colori.

Tutti siamo necessari per il benessere comune, anche il sovrano più sbadato, più tonto, più incapace riesce a capire questo messaggio.

0
848

Strafelici di recensire il nostro primo Nuinui, e che bel libro per iniziare questa piacevole collaborazione. La casa editrice Nuinui è nata nel 2014 con l’intento di portare una ventata di novità nel mondo dell’editoria per l’infanzia, per il tempo libero e per l’hobbistica. Nuinui è un nome polinesiano e significa grandegrande, come la fantasia e la creatività del team editoriale.Eccoci a “Il muro”, un libro contemporaneo e fresco, affronta con leggerezza disarmante, tematiche sempre più ingombranti e soffocanti del nastro presente. Una città, uno stato, un regno fatto di tante persone di mille colori e nazionalità differenti che formano un arcobaleno puntinato. Il re, facendo una passeggiata, ha la brillante idea di rivendicare il suo colore. Siamo blu, questo è il paese dei blu e non voglio altre colorazioni. Quindi decide in qualche modo di concentrarsi in una porzione con i suoi identici concittadini, anzi bisogna erigere un muro, ma quelli rossi sono bravi muratori.

E poi sente la necessità dei giardini, i bravi giardinieri sono quelli color verde, dopo un po’ da bravo sovrano ha altri desideri e ognuno viene edificato da una parte di popolazione diversa. Tutti sono necessari al regno, tutti passano al di là del muro per assecondare le volontà del re. Fino a che dall’altra parte sono rimaste pochissime anime e il muro non riesce più a contenere tutte quelle persone. Così si demolisce quello stupido muro, per ritornare al punto di partenza.

Un cenno va fatto sicuramente agli autori Giancarlo Macrì, attore e musicista, è tra i fondatori della Banda Osiris, con cui produce spettacoli musicali, partecipa a numerose trasmissioni televisive, scrive programmi radiofonici, incide cd e compone colonne sonore che ricevono premi prestigiosi. Carolina Zanotti è una giornalista specializzata in musica e teatro. Collabora con riviste del settore spettacolo e ha scritto vari racconti per l’infanzia. Entrambi hanno realizzato per NuiNui diversi libri per bambini e sono autori del best seller Puntino. Gli illustratori Mauro Sacco ed Elisa Vallarino, lavorano come illustratori freelance dal 1997, collaborando con aziende, case editrici e agenzie di comunicazione e pubblicità. Da anni si dedicano allo studio e all’insegnamento della calligrafia. Sono inoltre docenti di illustrazione presso IED Torino.

Nel corso dei secoli, e anche oggi, muri, barriere, confini sono stati eretti con la volontà di separare ed escludere popoli, gruppi etnici, culture e fedi religiose. Eppure la storia della civiltà ci ha insegnato che il progresso è avvenuto solo quando le comunità si sono incontrate, hanno scambiato idee, conoscenze e modi di vivere.Gli intagli nelle pagine, e il pop-up del muro eretto creano quella sensazione viva di divisione delle due aree. Educativo, istruttivo e riflessivo, quest’albo ci ha colpito particolarmente. Sul finale non manca una piccola dose di gioco, in cui bisogna affinare il colpo d’occhio per individuare una faccia verde monocola, nelle pagine affollate appena lette. Il pensiero di noi genitori attenti va subito a quei governanti che nel passato e nel presente ergono muri, affinché non ce ne sia più bisogno nel futuro. La forza di un libro è proprio questa, educare al bello i piccoli lettori, per essere domani adulti liberi.