“Cappuccetto chi?”: come chi? Proprio lei, la bimba più famosa del mondo. Una storia classica rivisitata in maniera originale. Edito da Lavieri.

Tutti i cuccioli di ogni specie, amano questo classico e ognuno di loro ha una domanda a riguardo.

0
102

Come Cappuccetto chi? Ma è lei, la piccola bimba dalla cappa più famosa d’Europa. Che sia questo piccolo libro della Lavieri un grande classico rivisitato? Beh, in un certo senso, si. In fondo, chi non rimaneggia a proprio modo le storie che sono oramai patrimonio della nostra tradizione e cultura.

“Cappuccetto chi?” si presenta così: un modo ironico di riprendere la storia in una delle protagoniste più presenti tra i classici per l’infanzia. Forse proprio il modo in cui tutti noi, ogni tanto, finiamo col raccontare queste storie.La struttura dialogica del testo è ben annunciata sin dal titolo, dove, dopo la consona apertura ‘C’era una volta’ iniziano le domande che guidano e caratterizzano il racconto: “Chi è la nonna?”, “La nonna è la mamma della tua mamma”, “è più vecchia di te?”. La curiosità si sa, è contagiosa, e le domande, infatti, non finiscono, ma si intensificano: ” cosa c’è nel cestino?”, ” Ah Cappuccetto va nel bosco…Non ha paura?”, “Chi è il lupo?”. Solo che a furia di interruzioni e spiegazioni, il filo del discorso si può perdere. Come fare?

Ricorrere alla creatività, proprio come farebbe un bambino o un genitore in difficoltà: ” La casa è tutta fatta di formaggio e da uno dei buchi la nonna vede il lupo arrivare…” La nonna poveretta finisce nelle grinfie del lupo, come nella storia originale, ed il lupo è pronto a fare il bis con Cappuccetto travestendosi. “non si mimetizza? poteva mimetizzarsi…” In effetti a pensarci bene, non è una cattiva idea. I bambini trovano sempre soluzioni geniali, si sa. E, forse, lo sa anche chi, come Biagio Bagini, con l’infanzia ha a che fare da tempo, oltre essere autore di libri e canzoni per bambini, di programmi radiofonici e televisivi.

Cappuccetto rosso ha una storia lineare e ben conosciuta, mentre questa storia è piena di fantasia e di personaggi imprevisti che fanno capolino come la zia Tigra, lo zio Coyote o il temuto dottore.È qui il bello. “Cappuccetto chi?” è un libro ironico e trova la sua giusta collocazione nella collana I Gattini di Lavieri. È sicuramente adatto ai piccoli che hanno già familiarità con la storia classica, o che vogliono approcciarla in modo meno convenzionale. Il piccolo formato e le pagine sottili, ma rigide, ne garantiscono la facilità d’uso. Le illustrazioni di Marcella Moia sono semplici, vicine al testo narrato con dolci rimandi al rapporto adulto-bambino, e, quindi, alla dia logicità del testo, e ben rappresentate a tutta pagina. Ciò rende valido il libro anche per intrattenere i pre-lettori.

  • Titolo: Cappuccetto chi?
  • Autore: Biagio Biagini
  • Illustratore: Marcella Moia
  • Copertina rigida: 24 pagine
  • Editore: Lavieri; Seconda edizione edizione (15 maggio 2018)
  • Collana: Lavieri
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8896971950
  • ISBN-13: 978-8896971956