“Il giardino magico”: un canto alla bellezza della natura e alla sua magia che spesso ignoriamo. Equilibri perfetti che lasciano incantati i lettori.

Edito da Notes edizioni e illuminato dal lavoro dello studio di illustrazioni Lemniscates.

0
137

Ci sono storie che devono far ricorso alla fantasia per aggiungere magia al racconto, altre, invece, a cui non serve alcun artificio, perché la magia è il racconto stesso.

Questo è “Il Giardino Magico” una delle novità 2018 della Notes Edizioni, giovane casa editrice indipendente italiana.

Cloe non sa di vivere in un giardino magico. Un pomeriggio, come per attirare la sua attenzione, un albero smuove le sue foglie, ma deve intervenire in suo aiuto il vento e sussurrare qualcosa all’orecchio della bambina, per farla fermare ad osservare ciò che sta accadendo. “Presto arriverà l’inverno, e l’albero si ritroverà spoglio… però in primavera ti sorprenderà di nuovo…”.“In questo giardino accadono avvenimenti meravigliosi come il susseguirsi delle stagioni, o fatti misteriosi come la trasformazione dei bruchi in farfalle”.

Questi, però, non sono certo gli unici animali ad abitarlo: alcuni di loro vanno in giro di notte e si illuminano come stelle nella notte, mentre altri vanno avanti a cantare fino al sorgere del sole, certi sono timidi, o sono solo dei gran giocherelloni e si mimetizzano con l’ambiente circostante, mentre, altri ancora sono invece fieri di farsi vedere quasi a mettere in guardia chi li volesse avvicinare.

In questo giardino magico, ci sono persino serpenti molto ghiotti e uccelli e ragni che si rivelano dei sapienti tessitori, benché nessuno mai abbia insegnato loro a farlo.

È l’istinto che muove i loro passi, una capacità naturale che sa scandire azioni, modi e tempi. Allo stesso modo le api, gran lavoratrici, eseguono le loro danze da un fiore all’altro con un preciso disegno. Un dolcissimo nettare dorato non sarà l’unico esito del loro lavoro, ma il polline, che le api fanno viaggiare, darà vita a tanti frutti diversi e questi, cadendo nel terreno, saranno a loro volta portatori di nuova linfa in un ciclo eterno che si ripete, quasi per magia.

“Magia, magia, magia, magia…” è al suono di queste parole che Cloe si risveglia dopo che il vento l’ha come rapita dalla realtà. Ora, però, è tempo di andare a fondo e scoprire qualcosa di più su quanto le ha raccontato il vento. Infatti, in modo inusuale rispetto ai racconti per l’infanzia, il libro si conclude con una appendice didattica, dove i fatti naturali narrati vengono spiegati, sempre in modo semplice e diretto. È di certo un quid in più che rende il libro spendibile non sono a casa, ma anche a scuola, magari, per approcciare dei temi in modo meno didascalico.

“Il Giardino Magico” è progetto interessante sia a livello di testo, sia a livello di illustrazioni. Le immagini si estendono sempre su entrambe le pagine e si susseguono l’una legata all’altra. I colori si ripetono, i loro toni sono dolci e accoglienti e rappresentano le natura non nelle solite nuances. Gli animali hanno occhietti vispi e carini. Lo spirito dello studio di illustrazioni Lemniscates, che ha creato questo albo, si intuisce facilmente, la loro voglia di far convergere testo, immagini e grafica verso una unica idea progettuale è chiara. Ma, soprattutto, funziona.“Il Giardino Magico” è un canto alla bellezza della natura e alla sua magia che spesso ignoriamo. Ogni avvenimento ha un suo perché, ha un suo ruolo come ingranaggio di una macchina, di per sé, perfetta. È un modo per ricordare quanto preziosi sono certi equilibri e che non sempre la mano dell’uomo opera in modo saggio. Se solo ci mettessimo in ascolto di Madre Natura, come fa Cloe, forse resteremmo anche noi incantati dalla sua magia, da scoprire, ma anche da rispettare.

  • Titolo: Il giardino magico
  • Autore: Lemniscates
  • Copertina rigida: 34 pagine
  • Editore: Notes Edizioni (17 maggio 2018)
  • Collana: Notes Edizioni
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8897007678
  • ISBN-13: 978-8897007678