“Una stanza tutta per me”: un bellissimo libro illustrato per bambini e soprattutto bambine, scritto da Serena Ballista con le illustrazioni di Chiara Carrer.

0
131

Cos’hanno in comune una scrittrice e un ragno?

Cos’hanno in comune una bambina e Virginia Woolf?

Ispirate al libro Una stanza tutta per sé, in cui Virginia Woolf esprime il concetto che l’ha resa celebre nel mondo, le autrici mettono in relazione la scrittrice e la piccola lettrice alla quale Virginia racconta la conquista della sua libertà d’espressione attraverso la solitudine di una stanza, nella quale, come il ragno tesse la tela, lei ha potuto tessere le trame di una e tante storie.

Solitudine, tempo e autonomia come strumenti per pensare, ragionare, inventare, progettare il proprio futuro. Un testo poetico e riflessivo che con semplicità affronta e spiega un tema molto importante: quello di libertà e di conquista. Un libro che spinge a lottare per le proprie passioni e a seguire i proprio sogni.

Questa è la sfida che propone l’autrice. Complice la divertente associazione tra la famosa scrittrice e un animale improbabile come il ragno (un’analogia implicitamente presente nel libro originale di Woolf) e complice l’identificazione tra Virginia e la piccola lettrice, che si ritroverà a sorpresa tra le pagine del libro, il messaggio che viene trasmesso è che nessuno può sentirsi felice senza una buona dose di autonomia e libertà, qui rappresentate da uno spazio fisico dove poter mettere in fila i propri pensieri ed escogitare chi si decide di diventare, e quindi di essere.

Il libro è per bambine e bambini e a loro è dedicato il tentativo di rimediare alla cancellazione storica dei protagonismi femminili e di far conoscere dei “saperi” chiave del femminismo internazionale nonostante la giovanissima età. Tuttavia è innegabile che, per quanto riguarda i libri rivolti a fasce di età prescolare, esiste sempre la mediazione dell’adulto che legge e che legge ad alta voce e che, spesso, interagisce con la piccola lettrice e il piccolo lettore magari rispondendo a domande e a curiosità. Quindi questo genere di libri non sono mai e solo per bambine e bambini, ma in un certo senso, sempre e comunque anche per adulti, adulti che devono imparare, ora come non mai, a essere all’altezza della situazione. [cit. Serena Ballista]Una stanza tutta per me entra nella lista dei White Ravens 2017, duecento titoli internazionali selezionati ogni anno dalla Internazionale Jugendbibliothek, International Youth Library di Monaco che meritano una particolare attenzione internazionale per «il tema universale, il valore artistico e il design innovativo».