“Gigina e Gigetta”: Gek Tessaro in tutta la sua geniale fantasia. Due sorelline ci faranno vivere con loro avventure mirabolanti.

“Spesso noi si va in gruppetto: io, mia sorella, il pesce e il cagnetto. A far delle gitine di cultura, per alzare del cervello la statura.”

0
22

Quattro mini avventure con due sorelline Gigina e Gigetta. Stessi colori, stesso DNA ne combinano di ogni, in compagnia di un pesce rosso e di un cane. Suon di rime raccontano le vicende, in casa, fuori e in un museo. Gek Tessaro, in tutta la sua creatività, ci delizia con le sue uniche e riconoscibili illustrazioni.

Grazie a questo libro possiamo fare i complimenti a questo prolifico autore e ringraziarlo a nostro modo.Autore poliedrico, Gek Tessaro si muove tra letteratura per l’infanzia (ma non solo), illustrazione e teatro. Dal suo interesse per “il disegnare parlato, il disegno che racconta” nasce “il teatro disegnato”. Sfruttando le impensabili doti della lavagna luminosa, con una tecnica originalissima, dà vita a narrazioni tratte dai suoi testi. La sua capacità di osservazione e di sintesi si riversa in performance teatrali coinvolgenti ed efficaci.

Ha collaborato con diverse case editrici e i suoi libri hanno ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui, nel 2010 Premio Andersen – Miglior Autore Completo, nel 2011 Premio Nati per Leggere con il libro IL FATTO E’, e poi un altro Andersen, un Rodari e un Malerba. Questo in particolare ha vinto il Soligatto nel 2015.

Come possiamo leggere nelle primissime pagine del libro, l’autore è stato da subito un’artista contemporaneo assai precoce, anche se non è stato apprezzato e molte delle prime opere sono state ingoiate, costretto dai suoi cari. Però le tante umiliazioni subite non gli impediranno tuttavia di proseguire il cammino, attratto dall’incessante richiamo dell’arte.

In questo albo troviamo tutta la sua bravura, le illustrazioni in cui i piccoli lettori si riconoscono, e le vicende strampalate super divertenti. Una bella testa, finisce in una bel taglio netto dei capelli per Gigetta, Fuori dalla porta ci spiega come fare a portare un vigile in carne ed ossa in casa, La direzione giusta, ci invita a imparare facendo scampagnate fuori porta, e Ossi (non di seppia) fa capire che anche un dettaglio può fare la differenza.Non ci resta che consigliarvi Gek Tessaro e le sue opere, per la sapienza e la passione con cui sa continuamente confrontarsi con strumenti espressivi diversi, percorrendo coraggiosamente, e sempre all’insegna della narrazione, strade che vanno dal teatro all’illustrazione.