“La notte del circo”: mangiatori di fuoco, leoni, elefanti e un pagliaccio gigante: è arrivato il circo! Ma questo è un circo super speciale. Un libro senza parole da osservare e raccontare.

Basterà seguire un curioso cagnolino per trasformarti in una brillante stella dello spettacolo. Un silent unico che fa sognare a occhi aperti.

0
217

“I sogni son desideri di felicità. Nel sonno non hai pensieri, ti esprimi con sincerità. Se hai fede chissà che un giorno la sorte non ti arriderà. Tu sogna e spera fermamente, dimentica il presente, e il sogno realtà diverrà”.

Prendiamo in prestito un classico della filmografia Disney “Cenerentola” per introdurre un silent book edito Sinnos dal titolo “La notte del circo”, un silent in formato gigante dedicato a chi sogna ed è incantato dal mondo magico del circo.La casa editrice Sinnos sta portando avanti la collana dedicata ai silent book permettendo questi ultimi di “superare le barriere linguistiche ed esercitare la possibilità di parola, di racconto è di elaborazione”. Il progetto che ha avvicinato Sinnos ai silent book è stata la costruzione, da parte di Ibby, di una biblioteca per i bambini e i ragazzi di Lampedusa, per accogliere chi arriva dopo un terribile viaggio.

Tornando al nostro libro, una bambina e un cagnolino s’incontrano per dare vita a una notte di magia, giochi, spettacoli: è il circo con i suoi giocolieri, gli acrobati, i carrozzoni colorati, il tendone a strisce, i musicisti, i leoni e i cerchi di fuoco. Guidata poi da un clown gigantesco incontrerà un mondo incredibile, vivendo la notte più magica della sua vita tra sogno e realtà.

La storia viene magistralmente raccontata da Mattias De Leeuw, giovane illustratore olandese (nato nel 1989) e premiato per questo libro con il Gulden Palet 2017.

Si alternano nelle maxi pagine vignette piccole e affiancate come fotogrammi di un film a splendide illustrazioni a tutta pagina che hanno il potere di trasferire su carta tutta la potenza dell’immaginario circense e trascinare ogni lettore in questa avventura notturna.

Tocca a ciascuno di noi dare voce e parole alla magia che si crea inventando ogni volta nuove storie.