“R/Evolution”: Arianna Papini senza nessuna parola, zittisce tutti. L’evoluzione della specie e l’amore per le nuove vite, ci hanno portato fin qui. Siamo tutti fratelli e sorelle.

Bianchi, neri, gialli, rossi: ognuno di noi ha una parte dei nostri genitori che a loro volta hanno una parte dei loro. L'evoluzione seppur lenta ci ha mixato alla perfezione.

0
53

R/evolution di Carthusia è quel tipico silent book che lascia il piccolo lettore, ma anche gli adulti, senza parole. Un messaggio di pace e di condivisione unico, illustrato con dolcezza da Arianna Papini, questo libro in silenzio è capace di abbattere barriere razziali enormi.

Arianna Papini è nata e vive a Firenze, dove ha studiato arte e architettura e dal 1988, dopo alcune esperienze in studi tecnici e editoriali, è stata per 25 anni direttore editoriale e artistico della casa editrice Fatatrac, curandone anche la veste grafica. Ha illustrato un centinaio di libri per varie case editrici. Ogni anno partecipa a numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero.Ci racconta con una dolcezza rara, che siamo tutti fratelli, discendiamo tutti da poche famiglie che milioni di anni fa si sono incontrate e hanno fuso i loro patrimoni genetici. Abbiamo creato e immaginato il mondo futuro, grazie a questo. Ogni volta che è nato un nuovo cucciolo, è nato con le migliori qualità dei suoi genitori (o quasi).

Vincitore del silent book contest 2017 e l’autrice premiata come migliore illustratrice Premio Andersen 2018 sono più che sicurezze. Ogni nuova creatura è bella e unica, i suoi genitori la guardano innamorati, noi lettori, ci divertiamo a trovare le somiglianze con la mamma e il papà. Per i piccoli lettori è un gioco piacevole, e nello stesso tempo istruttivo, dal punto di vista visivo, e in maniera più profonda, quello educativo.Questo libro, da diffondere a livello scolastico, si conclude da dove era iniziato, in geometria la rivoluzione è una rotazione, l’autrice gioca con queste due parole evoluzione e rivoluzione, noi abbiamo pensato che tutto torna da dove era iniziato e quindi tutti siamo uguali e fratelli, un forte senso di umanità.