“A taaavola!”: una storia unica e esilarante, quando la cena può diventare l’occasione per invitare un lupo e un orco. Matthieu Maudet e Michaël Escoffier si divertono a ribaltare la prospettiva del mondo dei bambini.

Richiami e “intimidazioni” da parte dei genitori che invitano delicatamente a consumare la cena, in questo caso le apparizioni sono veritiere, tutto in un libro divertente targato Babalibri.

0
56

Mi sa che ci siamo, è ufficiale, il trio Matthieu Maudet, Michaël Escoffier e Babalibri è ufficialmente una forza della natura. Ogni libro è un successo, piccole e brevi storie su libri quadrati e cartonati, adatti ai più piccoli, appetitosi in un sol boccone per i più grandicelli.Poveri genitori si inventano di tutto per far mangiare i loro pargoli, minestre salutari e verdure dal colore improbabile risultano a volte difficili da proporre. E allora la pazienza e la calma finiscono presto e si parte con metodi ancestrali, adesso viene il lupo a mangiare la tua minestra o addirittura te se non finisci subito di mangiare.

I due autori decidono a questo punto di far diventare questo libro, unico, «Se non mangi» lo minaccia la mamma, «sarà il lupo a mangiare te». E infatti «1… 2… 3! Lupo, a taaavola!». Ed ecco il lupo presentarsi a cena, peccato che a lui non piacciono i bambini, e quindi se il lupo non vuole mangiare, ci penserà l’orco a farsi uno spuntino! «1… 2… 3! Orco, a taaavola!» grida la mamma. Ma anche l’orco ha dei gusti piuttosto insoliti…Il bambino deve a questo punto divorare la minestra, prima che i due ospiti possano mangiarla, una storia ironica che gioca con gli stereotipi sui famosi cattivi e li rende più umani e simpatici. Illustrazioni di Matthieu Maudet a dir poco splendide che danno forza al ritmo della lettura con espressioni uniche sulle facce dei protagonisti.