“È ora di andare a nanna”: affrontare gli ostacoli fa crescere e unisce se questi si superano in due. Timothy Knapman e Helen Oxenbury ci fanno emozionare in classico Mondadori.

"Non preoccuparti, andrà tutto bene". Jack e Alice stanno giocando in giardino quando sentono degli strani rumori provenire dal folto bosco. Cosa sarà mai?

0
200

Il filo conduttore di questo libro è la rassicurazione di una sorella maggiore Alice nei confronti del suo fratellino Jack: “Non preoccuparti, andrà tutto bene”. Jack e Alice stanno giocando in giardino quando sentono degli strani rumori provenire dal folto bosco. Cosa sarà mai? Il lupo con le zampe feroci e le zanne voraci? Alice è intenzionata a scoprirlo, ma il piccolo Jack ha paura… Li attende una grande e tenera sorpresa alla fine della loro avventura.L’autore Timothy Knapman ci consegna un tema tipico delle esperienze dei bambini di fronte a ciò che è loro sconosciuto: paura e desiderio di scoperta. È questo desidero che spinge i bambini a non fermarsi e a trovarsi spettatori di una inaspettata mamma lupa che intona dolci note come ninna nanna per i suoi cuccioli. In questo l’autore è maestro essendo anche scrittore di musical, canzoni libretti d’opera e libri per bambini e ragazzi tra i più rappresentati a teatro (tra le sue opere ricordiamo l’adattamento teatrale di “Canto di Natale” di Charles Dickens).

Ad aiutare il racconto ci sono le illustrazioni tenui e delicate della pluripremiata Helen Oxenbury (illustratrice di “A caccia dell’orso“) che utilizza colori quasi evanescenti soprattutto nella rappresentazione del bosco.L’avventura dei due fratelli si conclude in maniera positiva, affrontare la paura soprattutto facendosi coraggio insieme è stata un’esperienza che li ha uniti ancora di più e che li ha aiutati a crescere, felici e rassicurati tornano a casa, è ora di andare a nanna.