“Martedì”: quando il surrealismo si fonde in un quasi silent book. Rane, rospi, maiali volanti tutto può succedere, parola di David Wiesner.

“Ciascuno legge il libro a proprio modo. Il lettore è parte integrante del processo di narrazione”.

0
293

Ci si interroga sempre più spesso sul fatto che sia o meno letteratura esclusivamente ciò esclusivamente ciò che utilizza lo strumento del testo, ebbene l’albo “Martedì” di David Wiesner pubblicato da Orecchio Acerbo sembra rispondere a questo dilemma senza ombra di dubbio: la narrazione porta l’immaginazione del lettore in luoghi davvero sorprendenti per un libro di sole illustrazioni.

Per i compagni di scuola, era il “ragazzino che sapeva disegnare”. Per tutto il mondo, oggi David Wiesner è uno dei più amati e sofisticati autori di picture book, acclamato vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali. Nato negli Stati Uniti nel 1956, ha vinto per tre volte la Caldecott Medal (con Tuesday nel 1992, Three Pigs nel 2002 e Flotsam nel 2007), per tre volte la Caldecott Honor (con Free Fall nel 1989, Sector 7 nel 2000 e Mr. Wuffles! – l’italiano Mr Ubik! – nel 2014) e il Bologna Digital Award nel 2015 per la app Spot.Così l’autore parla del suo “Martedì”: “Un libro senza parole offre un diverso tipo di esperienza rispetto ad uno con il testo. Ciascuno legge il libro a proprio modo. Il lettore è parte integrante del processo di narrazione”.

Infatti si tratta di un albo illustrato in cui il lettore è costretto, suo malgrado, ad interpretare una storia surreale secondo la propria fantasia. Ma si può cercare di definire la trama dell’albo in questione? Si, le illustrazioni magistralmente realizzate da questo mago del disegno ci permettono di interpretarla in modo eccelso.“Sull’imbrunire di un martedì qualunque. Uno stagno alla periferia della città. Tra le canne, la nascente luna piena illumina la scena. Foglie di ninfea distese sulle acque. Rane e rospi morbidamente posati sulle foglie. La brezza è fresca e leggera, ideale per il decollo. Ed ecco, foglie come tappeti volanti, prendere il volo una rana, poi un rospo, poi a decine, centinaia, migliaia. Curiosi osservano il volo gli uccelli; sorpreso li scruta un uomo dalla finestra della cucina; di nulla si accorge la signora addormentata davanti alla tv; fugge impaurito il cane da guardia…Ma s’è fatto giorno, bisogna tornare allo stagno. E per una settimana tutti a investigare sul fenomeno, a cercare una spiegazione. Fino a quando, il martedì successivo, morbidi e rotondi maialini cominciano a volteggiare nel cielo…”

Orecchio acerbo è una casa editrice fondata alla fine del 2001 che pubblica libri illustrati per bambini e ragazzi, coniugando la qualità dei testi con la ricerca visiva e grafica.

Un albo immancabile nella propria collezione per gli amanti del genere picture book.

Pubblicato da una casa editrice che è sempre alla ricerca di titoli mai banali e di un certo valore.La fascia d’età a cui si rivolge è dai quattro anni in su, ma è consigliato soprattutto a quanti amano l’arte in tutte le sue forme e considerano i Surrealisti come Magritte, Dalì, De Chirico, Max Ernst dei geni indiscussi per l’inconfondibile stile classico con cui dipingevano, senza però negare la bizzarra personalità dei soggetti delle loro inestimabili opere.

Super consigliato.

  • Titolo:Martedì. Ediz. illustrata
  • Autore: David Wiesner
  • Copertina rigida: 32 pagine
  • Editore: Orecchio Acerbo (20 ottobre 2016)
  • Collana: Orecchio Acerbo
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8899064458
  • ISBN-13: 978-8899064457