“Bologna Children’s Book Fair 2018”: la mia prima volta, il racconto emozionante della fiera: incontri, esplorazioni con il mondo incredibile dell’editoria per l’infanzia.

Da Altan a Emanuela Bussolati, da Helen Oxenbury a Jimmy Liao. Girandola di emozioni tra il profumo di carta stampata.

0
86

Per me l’edizione del 2018 è stata la prima in assoluto… appassionata di libri per bambini, dalla nascita dei miei figli al primo incontro con Nati per Leggere, non pensavo ci fosse un mondo tale alle spalle della letteratura per bambini.

La prima emozione che ho provato entrando alla fiera è stata lo stupore, lo stesso che provano i bimbi di fronte a un mega parco divertimenti, seguito da una meraviglia crescente e da una sorpresa costante nel vedere autori, illustratori, editori tutti insieme ma con ruoli ben distinti.

Il profumo di libri nuovi girando tra gli stand, i colori, i meravigliosi disegni degli illustratori di domani e i libri di autori affermati ed emergenti uno accanto all’altro. Una delle emozioni più belle è stata l’incontro con gli autori dei libri che fino a quel momento erano solo voci ed emozioni per me. Il sogno si è avverato, sono riuscita a parlare con loro o addirittura ad abbracciarli come con Emanuela Bussolati la fantastica autrice di Tararì Tararera oppure girarsi sentendo esclamazioni del tipo “Buongiorno maestro!” e ritrovarsi ALTAN l’autore per Panini della Pimpa e di altri splendidi albi.E poi uscire di corsa dalla fiera prendere autobus e correre a perdifiato per gustarsi nella famosa libreria di Giannino Stoppani l’intervista tradotta di Helen Oxenbury, una donna mitica, incantevole da ascoltare.

Il giorno seguente su per la presentazione con l’autore di “Un bacio e un addio” di CameloZampa, Jimmy Liao, che ha commosso tutti, lo struggente albo sulla perdita dei suoi genitori di un bambino e il suo cane, e il viaggio verso la speranza.

Gli incontri con autori nuovi e nuove case editrici che presto vi presenteremo con l’entusiasmo che ci contraddistingueNei momenti di pausa si potevano notare gli editori che prendevano in rassegna i muri colmi di neo illustratori, alla ricerca di talenti straordinari per dare un’immagine alle fantastiche storie dei loro autori, o ancora si poteva osservare la fila di chi voleva mostrare le loro idee e i loro disegni alle case editrici, magari presto vedremo qualcuno dei loro lavori pubblicati e saremo pronti a recensirlo per voi… questo pensavo camminando per i padiglioni della fiera e guardando questi ragazzi che ho molto ammirato anche per la pazienza che avevano nell’attendere le lunghe file. Dal canto nostro è stato bellissimo come quest’anno molte case editrici già ci conoscevano, avevano apprezzato il nostro lavoro e si sono complimentati con noi per quello che facciamo.

Questo ci ha reso immensamente felici e ancor più entusiasti e pronti a fare sempre di più per i nostri followers e per chi si affida ai nostri consigli per acquistare solo libri belli ai propri bambini.Che cosa dire, un appuntamento da non perdere per chi come me è appassionata di questo mega universo. Alla prossima!