“Mentre tu dormi”: addormentarsi non è stato così silent. Un libro di Carthusia che farà sognare ad occhi aperti tutti i bambini.

"Buonanotte amore mio, chiudi gli occhi. Mentre tu dormi, una storia sta per cominciare."

0
150

Mariana Ruiz Johnson ci sorprende sempre, il suo tratto unico è capace di far volare la fantasia per portare chi osserva in mondi fantastici. L’autrice e illustratrice argentina in questo silent book premiato come migliore nel 2015, dà il meglio di sé.

È notte. Una mamma che legge un libro per addormentare il suo bambino. Il risveglio con un bel sole, con la mamma e il suo papà. Queste sono le immagini che aprono e chiudono questo splendido libro, uno dei silent più intenso e fruibile già dai primi tre anni di vita.Piano piano, l’autrice come una regista allarga la ripresa in modo magistrale, la mamma si allontana e raggiunge il papà per passare del tempo insieme e per essere coppia, intanto la città si anima. Ecco il messaggio: mentre tu dormi, succedono tante cose, di vario tipo, piacevoli e spiacevoli. Un ospedale con della gente che soffre, o a pochi passi una ragazza che dipinge, qualcuno si sta tatuando e qualcun altro dopo uno spettacolo di mimo porta il cane fare i bisogni, tutto è un brulicare di vita da osservare con attenzione mentre tu dormi.

La scena poi si sposta verso destra, qualcosa sta per succedere, si sbarca vero un’isola selvaggia. Splendida l’attenzione al mondo animale, i pesci nel silenzio sono svegli e vivi e compongono un mare incantato. Poi il rito del fuoco nella foresta abitata che compongono il sole, stessa immagine che ritroviamo nel libro letto dalla madre all’inizio, un rituale che lega la natura alla cadenza del giorno e della notte. Oppure il sogno del bambino legato alla lettura? Tutto rimane magico e silenzioso.

Il sole sta sorgendo, la vita riprende è un nuovo giorno.L’autrice, che consigliamo di seguire assolutamente, lega questa sua forza alla sua infanzia impregnata di arte e lettura, ma anche alla sua maternità. Ogni giorno legge qualcosa al figlio più grande Pedro: questo loro “rito” ha arricchito la sua ispirazione e l’ha illuminata sull’importanza dei libri per l’infanzia nel mettere in relazione le persone e rendere il mondo migliore.

Quest’albo fa parte della scelta del progetto “Nati per leggere”.