“I musicanti di Brema”: un classico alla portata dei più piccoli. Attilio racconta in maniera unica le prime favole ai bambini. Edito da Lapis.

Immagini definite su sfondo bianco, pagine cartonate e dagli spigoli arrotondati, testo breve: ecco un bel libro adatto alla fascia dei primi lettori.

0
930

Cappuccetto Rosso, I tre Porcellini, I Musicanti di Brema, Il Brutto Anatroccolo, Riccioli d’oro, Topo di campagna e topo di città: tante fiabe super famose rimpicciolite alla perfezione da Attilio Cassinelli rese fruibili ai piccolissimi lettori.

Abbiamo recensito “I musicanti di Brema” della stessa tipologia dei sopra indicati, ci complimentiamo con l’autore e con l’editore da subito perché non è facile racchiudere un classico in un libricino per la fascia 1-2 anni.Un breve excursus sull’autore. Attilio Cassinelli è nato a Genova, dove ora vive e lavora. È un autore e illustratore di libri per bambini ha vissuto per anni a Milano studiando pittura e pubblicità. Ha iniziato la sua carriera come illustratore per bambini quando, mentre lavorava per un’azienda di giocattoli, ha iniziato a disegnare pupazzi e animali di peluche.

Questi disegni sono stati ampiamente riconosciuti per la loro originalità e una casa editrice gli ha commissionato la creazione di una serie di manichini che sono stati inizialmente considerati “strani”. Affrontando una risposta poco brillante, ha poi autoprodotto il primo dei dieci racconti con il titolo “La casa su un albero”. Il libro è stato presentato per la prima volta alla Fiera del Libro di Bologna nel 1965 e a Francoforte. Nuovi personaggi sono stati notati nel Bologna Bookfair del 1967 e il suo materiale ha iniziato a suscitare notevole interesse. Da allora, Attilio ha continuato a creare, scrivere e illustrare storie. Molti di questi sono stati tradotti in molte lingue e in Giappone ha raccolto grandi quantità dei suoi disegni.

Il successo più grande è stato Pinocchio re intitolato “Una volta ero un pezzo di legno”. Inoltre ha scritto e illustrato libri di storia, creato giochi educativi e collaborato con varie case editrici.

Nel “I musicanti di Brema” dei fratelli Grimm la trama è conosciuta, i punti forti sono: il senso di rivincita su una vita in declino e la forza del gruppo; quello che vogliamo farvi apprezzare è il tipo d’illustrazione e la tipologia di testo usato. Per ognuno di questi classici, sono fissati i personaggi, il piccolo lettore li riconosce da subito li indica, né riproduce il verso in caso di un animale, i colori netti che riempiono le aree definite da un contorno spesso, e poi il testo breve che aiuta e accompagna le immagini che ne fanno da protagonista.Probabilmente nel primo anno non si coglierà la trama e saranno apprezzate solo le illustrazioni dei singoli personaggi, però è un albo specifico per questa fascia di età, sia per una lettura condivisa, sia in solitario o per una sorta di esplorazione.

Come anticipato, pagine spesse cartonate resistenti aiutano a sfogliare, angoli tondeggianti ne fanno un insostituibile oggetto prezioso. Consigliato.

Sul link dell’autore trovate gli altri titoli disponibili della stessa tipologia.