“Ultima fermata per il renna express”: la mancanza del papà in occasione del Natale vista in una chiave sognante. Un libro per i bambini e una carezza al cuore per gli adulti.

Un passaggio segreto che dà il via a un mondo d’immaginario e poi l’incontro con il padre. Un libro che fa riflettere su come accettare delle partenze importanti.

0
348

Il Natale è famiglia. Viverne le emozioni. I bambini lo avvertono in maniera amplificata. Mia, la protagonista esce da scuola tutta entusiasta, ha deciso di mandare la lettera di Natale al suo papà, abbiamo la sensazione leggendo, che sia molto lontano per qualche motivo, la mamma le dice che è troppo tardi per inviarla e non arriverà in tempo. Mia è imbronciata, nei mercatini di Natale, scalcia un sassolino che finisce contro una strana cassetta della posta. Non ha finestre o fori per imbucare, solo una strana maniglia da ruotare tre volte per accedere al Renna Express.Il viaggio nel cuore di Mia può avere inizio. Non si quanto dura, sembrano pochi istanti, vive sul desiderio della bambina, dare la letterina al suo papà. Una simpatica vecchina le porge una carota, servirà come carburante a una splendida renna volante le farà attraversare luoghi meravigliosi, fino a ricongiungersi con il papà. Lo abbiamo letto più volte, questo libro è così delicato che solo un adulto coglie la dipartita del padre. E questa lettura aggiunge qualcosa in più, una vena commovente. Mia e il suo papà si abbracciano, lui la pensa sempre e le vuole sempre bene. Tutto torna alla normalità, il biglietto di auguri è stato consegnato, Mia può raccontare la sua mirabolante esperienza alla mamma. La magia del Natale non è ancora finita, da parte del papà, la protagonista riceverà un regalo unico che lega il tutto.Sassi Junior ci stupisce con una storia lineare, il testo dai tratti sognanti di Maudie Powell-Tuck; emozionante il richiamo degli odori comuni fino alla visione di altre famiglie che vivono lo stesso ricordo di un caro scomparso come Mia. Karl James Mountford incornicia in uno stile unico questo bell’albo, i colori caldi ne fanno da padrone, non mancano gli sfondi curati e fantasiosi; gli intagli sulla copertina né danno un forte sapore natalizio, quelli tra le pagine insieme alle alette da sollevare creano dinamicità con il lettore e lo rendono più coinvolto.