“Piselli e farfalline”: un libro esagerato e straripante edito da Fatatrac. Ironico e frizzante cattura con facilità l’attenzione bambini. I segreti di maschi e femmine verranno allo scoperto.

Maschi e femmine si distinguono per qualcosa che è sempre quasi coperto, però qui i protagonisti sono messi a nudo. Siete pronti a non vergognarvi?

0
36

Piselli e farfalline, son più belli i maschi o le bambine? Due o tre pagine sfogliate ed è subito amore a prima vista. Sarà stato il senso smaliziato di un genitore o le illustrazioni distorte che si mettono su un livello a portata di bambino, la scintilla è scoccata di sicuro, tanto da recensirlo a tutti i costi.

Vittoria Facchini nasce a Molfetta (Ba). Dopo il liceo artistico si sposta a Firenze per specializzarsi in grafica pubblicitaria e editoriale. In seguito, a Venezia studia illustrazione con Emanuele Luzzati: da questo incontro nasce la sua scelta di illustrare senza tradire quella carica di energia dirompente e dissacrante che caratterizza lo stile dei suoi disegni. Nel 2002 rappresenta l’Italia, come illustratrice, al Salone del Libro di Parigi, mentre nel 2006 riceve il Premio Andersen come migliore illustratrice dell’anno. In quest’albo ironizza con freschezza sul segretissimo oggetto che nascondiamo sotto slip, mutande e culottes. Sarete pronti ad abbattere imbarazzanti tabù? I bambini non conoscono imbarazzanti limiti creati dai grandi, per loro sono una piacevole scoperta.

Dai nomignoli simpatici dati alla parte segreta dei maschietti alle dolci paroline che descrivono il tesoro nascosto delle femminucce e poi i primi avvistamenti di sfuggita al mare fino alle prime pelurie. Insomma le differenze ci sono e con il passare del tempo aumentano con la crescita, accresce, però anche l’attrazione, è una questione di chimica, tanto da far tornare i grandi come bambini fino a innamorarsi. E ci si scopre e ci si esplora. E si decide di avere un bambino abbiamo bisogno di tanto amore, di semini e di ovetti. La mamma avrà un bel pancione e il papà la riempirà di attenzioni. L’autrice si congeda con ultima rima quanto mai vera, che mette pace ai due sessi.

E della differenza- oramai l’avrai capita- non possiamo fare senza! Perché serve alla vita …

In sintesi lo consigliamo davvero a tutti, maestre di scuola materne e delle scuole elementari e a genitori attenti, argomenti un tantino spigolosi che possono essere gestiti e fatti apprendere in questo modo, tra le proprie scoperte d’infanzia già accettate e la naturalezza della crescita di ognuno di noi.

Le illustrazioni inimitabili di Vittoria Facchini mettono ancor di più al loro agio i piccoli lettori, i colori vivaci attirano la loro attenzione e riescono a riconoscersi nei personaggi.

Consigliamo ovviamente anche il già recensito “Mare Matto” con illustrazioni della stessa autrice.