“C’è un mostro nel bosco!”: ora chi avrà il coraggio di farlo scappare? Un libro condito di coraggio e forza di volontà. I bambini sono invitati a divertirsi.

Lavieri invita i piccoli lettori a essere curiosi, cioè a non fermarsi dove si bloccano gli altri, bisogna essere coraggiosi e a prendere di petto il problema.

0
268

Davvero splendido quest’albo targato Lavieri. Ottima grafica sulla copertina, con due immagini fronte e retro fa già capire come andrà a finire. Tutti i bambini sono terrorizzati dai mostri, dicono che sono terrificanti, si nascondono, dove è buio e quindi dovremmo aspettarceli che sbuchino da sotto il letto o dagli armadi, però nessuno li ha mai visti, vivono di racconti, non sappiamo di che colore sono o quanto sono grandi.

Nina è una bambina curiosa e a noi i bambini curiosi ci piacciono tanto. Ha scombussolato la sua stanzetta per scovare il mostro, anche lei stanca delle solite dicerie. La nonna perplessa la ferma oramai è tardi, dopo una spazzolata ai denti è tempo di una bella storia. Con Nina siamo catapultati in un regno lontanissimo, dove la vita scorreva serena, ma a causa di un mostro nel bosco tutti iniziavano a fuggire terrorizzati, spaventati dai suoi ruggiti. Il re si adoperava per cercare una soluzione, l’arciere voleva affrontarlo con l’arco, ma il re aveva proibito la violenza, allora il sapiente del regno provò con la bellezza, ma purtroppo quel piano non riuscì.

Allora provarono con il giullare per far morir dal ridere il mostro, ahimè neanche questo piano riuscì il mostro annoiato fece uno sbadiglio che spaventò il buffone di corte. Nina dice che non né può più vuole che il mostro sia annientato la nonna le ricorda che con la violenza non si risolve nulla. Una bambina curiosa intanto ascoltava i racconti fantastici sul mostro, anche se nessuno lo aveva mai visto, così dopo altri tentativi inutili, la bambina curiosa molto simile a Nina si presentò nel bosco, irrise il mostro, perché non era per nulla come narrato, le domande taglienti facevano indietreggiare l’ospite intimorito fino a farlo scappare. Tutti i mostri hanno paura della curiosità. Il re volle tenere a corte la bambina curiosa.Paola Savinelli autrice cinematografica e Andrea Scoppetta illustratore di fumetti sigillano questo bel libro che consigliamo per freschezza, per le belle illustrazioni e per i toni ironici. Bella anche l’idea del glossario finale, parole spinose o rare da incontrare spiegate da Speech un simpatico riccio.