“Chi vuole un abbraccio?”: un libro per bambini unico nel suo genere edito da Sinnos. Abbracciamoci tutti !

Che cosa genera un abbraccio? Questo libro lo insegna in modo unico e speciale. Due orsi sono pronti a scatenarsi a suon di abbracci.

0
906

Gratuito, trasparente, incolore, caloroso, senza pregiudizi, con una forza unica. Probabilmente un abbraccio è questo e forse anche di più. Ognuno di noi può regalarlo a un altro in maniera gratuita senza nessuna differenza di sesso o di religione e di età aggiungeremmo. Possiamo regalarne uno, dieci, cento a persone diverse o anche alla stessa. Non costano nulla e in cambio invece riceviamo e provochiamo qualcosa di enorme, che non si può spiegare, ma in ognuno di noi genera qualcosa di diverso e di speciale. Possiamo accennare alla splendida iniziativa dei FREE HUGS nata in Australia nel 2004 e poi diffusasi su tutto il globo, dove persone comuni in piazze e parchi regalano abbracci a sconosciuti.

Il mondo non è comprensibile, ma è abbracciabile.

(Martin Buber)

Veniamo al libro pirotecnico edito da Sinnos. È una bella mattina di primavera il sole sta spazzolando i suoi denti (splendida l’illustrazione con il sole che si spazzola i denti con la nuvoletta e usa l’acqua della pioggia per risciacquarsi), il papà chiede al figlio come si fa ad avere un giorno perfetto, l’idea migliore per avere un giorno perfetto e abbracciare qualcuno. Così partono all’avventura nella loro foresta pronti ad abbracciare tutti i loro conoscenti. Le immagini e il testo creano quel sano imbarazzo, due coniglietti o un castoro sono piuttosto spaventati dalle sagome pacifiche dei due orsi, che non intendono fare del male, e vogliono regalare questo gesto insolito. Così nella nostra vita reale, siamo sempre diffidenti e l’altro spesso ci vede come una minaccia. La reazione degli animali è diversa per ognuno di loro, quel gesto inatteso e strano ha suscitato qualcosa di profondo, ha segnato in maniera diversa la loro giornata in modo speciale. Anche il lupo che sta aspettando Cappuccetto Rosso, affilandosi le unghie, si lascia abbracciare.

La giornata volge al termine, gli ultimi incontri affettuosi sono stati un bruco e un cacciatore, i due protagonisti si dirigono verso la propria tana. Abbracciare è fantastico, ma stanca. Il piccolo si accorge che qualcuno non ha ricevuto l’abbraccio, il papà fa un calcolo e pensa che abbiano abbracciato proprio tutti. Un finale dolce mette la ciliegina in cima a quest’albo davvero unico.

Un abbraccio vuol dire “Tu non sei una minaccia. Non ho paura di starti così vicino. Posso rilassarmi, sentirmi a casa. Sono protetto, e qualcuno mi comprende”. La tradizione dice che quando abbracciamo qualcuno in modo sincero, guadagniamo un giorno di vita.

(Paulo Coelho)

 

Il libro non ha bisogno di altre spiegazioni da subito cattura il piccolo ascoltatore e abbatte a nostro modo di vedere quelle inibizioni, tutti possono essere abbracciati senza nessuna distinzione, questo è il potere degli abbracci. Il font scelto per la stampa permette ai piccoli ascoltatori, di diventare a passettini grandi lettori.