“I tre porcellini”: un racconto tradizionale visto da due punti di vista differenti. Kalandraka e Sassi Junior.

Il classico lupo nero che rappresenta il pericolo si scontra con la forza di volontà e l’astuzia. Adattamento moderno e visuale in 3D.

0
884

Kalandraka presenta questa bella rivisitazione del classico “I tre porcellini” una fiaba tradizionale europea di origine incerta, infatti, presenta varianti e numerosi rifacimenti successivi. L’adattamento di Xosé Ballesteros è di una naturalezza fresca e moderna. I protagonisti sono da subito autonomi e consapevoli delle loro scelte. Partono per il mondo perché sono grandi, devono fare esperienza da soli. Bel messaggio, che invita all’indipendenza, per staccarsi dai genitori.

Per carattere diverso, ognuno costruisce una casa differente. Risultato di un proprio cammino nella vita nel bene e nel male. Paglia, legno e mattoni sinonimi di voglia di impegnarsi in maniera differente. I fratellini si diversificano in pigro, operoso e lavoratore instancabile. Come da copione di quasi 400 anni fa, le casette più deboli voleranno via, invece resisterà quella di mattoni ai soffi potenti del lupo. Le splendide illustrazioni di Marco Somà perfezionano l’albo, i dettagli curati creano una scenografia moderna e un’atmosfera contemporanea, i piccoli lettori s’immedesimano nei protagonisti. Come il design degli arredi all’interno della casa in mattoni. L’antagonista è perfetto con i tratti spigolosi e severi e le variazioni di prospettiva. Ultime annotazioni che abbiamo gradito, il bus con la coda che anticipa l’arrivo sgradito del lupo. E le valige agli estremi del libro che non fanno altro che invitare al viaggio.

Sassi Junior invece riesce a trasformare un libro in un’opera d’arte. Le illustrazioni di Helen Rowe prendono vita grazie alla rilegatura su più strati, ogni pagina diventa una scenografia, dove i personaggi sono su profondità diverse e creano un bell’effetto 3D.

Al completamento della storia con tutte le pagine aperte si ottiene un’unica stella di carta a più punte, dove si possono osservare dall’alto i vari strati che creano agli scenari. Il testo di Elisabeth Holding differisce di poco dall’originale, essendo diretto e coinvolgente. I piccoli lettori già abbagliati dall’effetto cartaceo delle illustrazioni sono captati anche dalla vicenda dell’ultimo maialino che con la sua furbizia riesce a disfarsi del temibile lupo. Costo contenuto dato il tipo di rilegatura e bell’idea regalo. Della stessa collana consigliamo anche:

Cappuccetto Rosso. Fiabe a tuttotondo. Ediz. a colori

Riccioli d’oro e i tre orsi. Fiabe a tuttotondo. Ediz. a colori

Biancaneve. Fiabe a tuttotondo. Ediz. a colori