“Giulio coniglio va in biblioteca” un libro ad alta leggibilità, il nostro simpatico protagonista scopre il potere magnetico dei libri.

Nicoletta Costa con i suoi disegni unici in un’avventura di Giulio Coniglio.

0
762

Oramai Giulio Coniglio è una star. Il noto personaggio di Nicoletta Costa attraverso gli albi di Franco Cosimo Panini si avventura in tante nuove scoperte come “Giulio Coniglio e il picnic con la balena”, “Giulio Coniglio e la lepre Gelsomina” e “Giulio Coniglio e la nave pirata” .

“Giulio Coniglio va in biblioteca” è una storia da leggere e rileggere, il primo incontro con una biblioteca, il potere magnetico dei libri scoperto da Giulio. Si parte da un pomeriggio piovoso, che mette tutti giù di umore. Però Giulio prende coraggio e armato di ombrello va a casa di topo Tommaso. Anche lui si stava annoiando e quindi decidono di far visita a oca Caterina, si aspettano di trovare anche lei triste e annoiata, ma avranno una bella sorpresa. Un libro la tiene impegnata, non si è nemmeno accorta del tempo grigio. Giulio e Tommaso sono increduli, ma i libri non erano noiosi e scoccianti. Caterina ha in idea. Li accompagna in un luogo incantato, la biblioteca della luna Giovanna dove li accoglie Ilaria la bibliotecaria, migliaia di libri riposano sugli scaffali e prendono vita ogni volta che qualcuno li legge. Giulio né porterà uno a casa, scelto da lui è ritirato con la sua nuova tessera. Durante il percorso verso casa, non avrà occhi per nessuno, solo per il suo libro.

Nell’invito alla lettura in biblioteca si aggiunge la battitura con caratteri ad alta leggibilità, perfetto per la fascia 5-6 anni. Si fa apprezzare per il messaggio anche dai più piccoli. Le illustrazioni della Costa non hanno bisogno di ulteriori presentazioni. Nella parte finale splendidi giochi sulla trama e adesivi da attaccare per abbellire la stanzetta. Viva Giulio Coniglio. Viva i libri.