Secondo mese della vostra gravidanza… dagli sbalzi d’umore repentini alle prime preoccupazioni.

Lo avete realizzato o avete ancora bisogno di tempo: i sintomi né danno conferma, la vostra gravidanza procede in naturalezza.

0
1309

Ora che sei nel secondo mese di gravidanza, parliamo di quante volte avete già fatto la pipì. Dai. Quante? Potremmo dire un milione?

Ci sono tutti i sintomi caratteristici, il ritardo e le sensazioni “strane” ma il test comprato dal farmacista dà praticamente la conferma. Lo avete o non desiderato, l’attesa del risultato del test rimane un’emozione unica, che ha fatto commuovere o disperare nei primi momenti tante mamme e papà. Noi di Libricino la ricordiamo tutti con gran piacere. Secondi che non passano mai, per poi gioire nell’osservare una linea che si rafforza oppure una faccina che ti sorride.

LEGGI ANCHE PRIMO MESE GRAVIDANZA

Le preoccupazioni di una gravidanza precoce o l’aborto spontaneo

L’ansia e la preoccupazione sono naturali in questo periodo, i pensieri di una vita futura con un bebè, che è stravolta in maniera prorompente e gioiosa, creano delle domande. La vita abitudinaria varierà di molto sia nei tempi, che negli spazi liberi. A questa si aggiunge la preoccupazione di perdere in maniera naturale il bambino.

L’aborto spontaneo presenta come sintomi tipici perdite di sangue, crampi e dolori simili a quelli mestruali, vomito. Non tutte le perdite di sangue sono sintomo di aborto, ma vanno in ogni caso controllate con il medico, soprattutto se si sono avute minacce d’aborto in precedenza e il medico ha dichiarato la presenza di una gravidanza a rischio. Leggere perdite di sangue intermittenti possono essere normali. Invece, perdite di sangue più abbondanti o continue, e la presenza in esse di coaguli, sono spesso sintomatiche di un inizio di aborto spontaneo. A volte è la scomparsa dei sintomi della gravidanza a dare l’allarme.

Un rapporto sincero, di dialogo con il partner migliora di molto l’ansia di un’aspettativa differente e la presenza di sintomi strani che possono in qualche modo ostacolare il proseguimento della gravidanza.

Avvisaglie di aborto spontaneo possono essere leggermente corrette, ma di solito sono delle “selezioni naturali” che il corpo fa in automatico.


I primi segni della gravidanza

Nausea e vomito diventeranno i vostri nuovi amici. Presentatevi e fate amicizia cercando il più possibile di andare d’accordo, almeno fino al terzo mese camminerete insieme. Mi spiace dirlo, ma questi sintomi sono incoraggianti per una buona gravidanza.

Sono fastidiosi per chi deve sopportarli, ma dalla vostra parte c’è il fatto che i livelli ematici di Beta-hCG sono in aumento esponenziale e il feto sta crescendo nella norma.

Stati d’animo altalenanti e di segno opposto, grazie al fermento degli ormoni. Da zero a mille in pochi secondi, grazie a una piccola parola fuori posto, da calma e pacata a ruggente e indiavolata.

 

Seno ingrossato

Questa può essere una buona notizia, o cattiva a seconda di come ci si sente con il loro volume aumentato. Potete pavoneggiarvi come Pamela Anderson oppure nasconderle con delle maglie a collo alto.

Qualunque sia la vostra scelta, dovreste iniziare a considerare il fattore costo reggiseno nelle vostre uscite mensili d’ora in poi – grandi tette non costano poco e c’è una buona possibilità che potrebbero crescere fino a tre dimensioni di coppa prima che il bebè arrivi.

Il consiglio è di provarli e di prenderli sempre più abbondanti, il rischio di ulteriore crescita è sempre presente. Fate shopping in un grande magazzino, la presenza del bagno è di vitale importanza ne avrete bisogno sempre, sempre.

LEGGI ANCHE PRIMO TRIMESTRE