“Il pinguino che non voleva tuffarsi”: Tania Cagnotto racconta in un libro per bambini come superare la paura.

Un pinguino è più idoneo a volare, non a tuffarsi … un finale spettacolare conclude un libro da applausi.

0
2667

Tania Cagnotto, la campionessa olimpica di tuffi, insieme a Giovanna Manna ci raccontano questa simpatica storia dal peso davvero eccezionale. Infatti nella premessa, non vuole svelarci il finale del libro, che vi accenno personalmente per invitarvi ad acquistarlo, ma ci dice semplicemente che: “… ognuno di noi ha passioni e sogni diversi e che il nostro dovere è inseguirli, crederci e cercare di realizzarli. È solo così che potrete provare quella sensazione di libertà e avventura di cui tutti abbiamo bisogno per essere davvero felici.”

Bhè, ecco questo è quello che ci invita a fare. Possiamo vederla nel nostro contesto e alle piccole o grandi mete che i nostri bambini si pongono. Come Pino che ha paura di tuffarsi, e tra i pinguini è un cosa davvero strana, perché per loro è basilare per cercare cibo tra le acque gelide; il suo sogno è quello di volare, di fatti fa vedere al papà come muove in maniera agitata le ali. Gli dice anche di stare tranquilli tanto poi dopo una bel giretto tornerà a casa.

Aiutato dalla sua amica Clementina, nel finale farà il Grande salto il trampolino lo proietterà così in alto da farlo “volare” letteralmente e compiere piroette mai viste per poi sconfiggere la sua paura di tuffarsi e coniugare la sua paura con la sua passione.

Un libro dolce che sa raccontare come dietro un ostica paura si nasconde una discesa di avventura e libertà, che può accrescere l’autostima del piccolo lettore.

  • Titolo: Il pinguino che non voleva tuffarsi
  • Autore:  Tania Cagnotto
  • Autore: Giovanna Manna
  • Copertina rigida: 32 pagine
  • Editore: Mondadori (5 luglio 2016)
  • Collana: Leggere le figure
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8804664320
  • ISBN-13: 978-8804664321