“I tre piccoli gufi”: un libro per bambini, classico e dolcissimo di Waddell e Benson.

Svegliarsi e scoprire che la mamma non c’è più. Un finale tenero vi lascerà senza fiato.

0
1660

È veramente splendido questo libricino è consiglio a tutti i genitori di acquistarlo.

Sara, Bruno e Tobia sono tre gufetti che una notte si svegliano nel loro nido e non trovano più la loro mamma. Molti bambini si sono ritrovati in questa situazione.

Iniziano a fare delle supposizioni su dove possa essere andata e quando potrebbe fare ritorno. Nella lettura si può giocare con l’ascoltatore ad inventare le possibili azioni che possono aver fatto allontanare la mamma dal nido.

Parlano tra di loro e si danno forza per allontanare la paura dell’abbandono, del buio, dell’ignoto.

Soprattutto i più grandi Sara e Bruno. Tobia il più piccolo dei tre appare più sperduto e bisognoso di contatto e rassicurazioni. Ciascuno dei gufetti ha una sua personalità e una modalità personale di affrontare questa “prova”. Escono dal nido e aspettano fuori dove tutto è buio e si stringono forte.

Alla fine la mamma fa ritorno! I gufetti sono al settimo cielo saltellano e ballano nel rivedere mamma gufa, che li tranquillizza e fa capire all’ascoltatore che il distacco è solo temporaneo.

Le illustrazioni di Benson sono fantastiche, molto curate e dettagliate danno realmente la visione dei piccoli cuccioli. La trama è semplice e cadenzata per rafforzare dei concetti chiave, è perfetta per quei bambini che devono affrontare il primo distacco dalla mamma. I caratteri sono grandi e ben leggibili rendono questo libro adatto anche alla prima lettura nell’età prescolare.