“Zeb e la scorta di baci”: un libro speciale per imparare a crescere di Michel Gay

Un dolce libricino accompagna i bambini verso l’autonomia ed insegna la condivisione.

0
2573

Zeb è una piccola zebra che per un breve periodo deve lasciare i suoi genitori per godersi un campo estivo per conoscere nuovi amichetti. Ma, nonostante sia felice per la nuova avventura che si presenterà a breve già gli mancano i baci e le coccole di mamma e papà.

Così prima di partire riceve un bel regalo dai genitori una scatolina con dei foglietti piegati dove sono stampati i baci, così quando ne sentirà il bisogno potrà avvicinarselo alla guancia e si sentirà rassicurato. Arriva il momento della partenza con il treno, tante altre piccole zebre sono eccitate per l’inizio di questa avventura, Zeb è riservato non si vuole far vedere sconsolato da mamma e papà, ma alla fine anche lui si lancia a salutare dal finestrino quando il treno parte.

 

Arrivata la notte, vengono distribuite le coperte e le maestre cercano di consolare i più piccoli anche Zeb non è più così sicuro e inizia a consumare con prudenza i baci nella scatola e cerca di addormentarsi. Una piccola zebra seduta dietro di lui continua a piangere e non riesce proprio a calmarsi, Zeb prende un bacio-foglietto dalla scatolina e glielo porge, la piccola zebra smette subito di piangere e così anche gli altri amici ne vogliono uno. Tutte le zebre sono ormai tranquille e si addormentano. Zeb si sveglia con le urla felici dei compagni, hanno intravisto il mare, e lo invitano a fare colazione con loro, ma non c’è più tempo sono arrivati a destinazione, la vacanza è iniziata.

Il libro è ricco di spunti: il distacco, la condivisione. Non solo Zeb sente la mancanza dei genitori, ma anche gli altri suoi coetanei e lui si mette a disposizione per aiutarli. Come??? Condividendo il suo regalo più prezioso i baci-foglietto che hanno fatto i genitori per lui, questo non lo impoverisce, lo rasserena tutti grazie a lui si sono addormentati.

Michel Gay con questo piccolo capolavoro racconta ai piccoli e ai grandi, il distacco che è sicuramente faticoso per entrambi ma, è la chiave principale per l’esplorazione e per il viaggio.

Le delicate illustrazioni ci fanno umanizzare le piccole zebre, dagli occhi dolci e i musetti espressivi.

Tutti i bambini vengono catturati da questa lettura e si immedesimano.